Raoul Casadei è stato ricoverato a Bologna dopo essere stato contagiato da Covid-19: ecco le condizioni dell’indiscusso re del liscio.

Raoul Casadei ha il Covid ed è stato ricoverato in ospedale a Bologna! Brutte notizie da parte del re del liscio, il capostipite di una dinastima musicale romagnola che ha portato questo genere musicale e di ballo in tutta Italia. L’artista, 83 anni, è stato ricoverato in ospedale il 2 marzo a Bologna dopo essere risultato positivo, come riferito da Il Resto del Carlino. Ecco le sue condizioni.

Raoul Casadei ha il Covid: ricoverato in ospedale

La notizia è stata diffusa dal quotidiano nazionale, che ha sottolineato come, a quanto emerge, sarebbero anche altri membri della famiglia Casadei risultati positivi al contagio da Covid.

concerto
concerto

A dare un ragguaglio sulle sue condizioni di salute è stata la figlia Carolina, che ha spiegato: “Sta benino e la nostra preoccupazione maggiore è stato quando abbiamo notato sul saturimetro che la saturazione era bassa. Anche in considerazione dei suoi 83 anni compiuti il 15 agosto, i medici che sono venuti a casa a fargli l’ecografia ai polmoni hanno visto che aveva un po’ di polmonite e ci hanno consigliato di ricoverarli“.

Chi è Raoul Casadei

Nato nel giorno di Ferragosto del 1937 a Gatteo, Raoul ha portato conl a sua orchestra il liscio in tutta Italia dagli anni Settanta, diventando in poco tempo un vero simbolo del liscio a livello nazionale grazie alle partecipazioni non solo al Festivalbar, ma anche a Sanremo e a Un disco per l’estate. Dal 2001 al suo posto a capo dell’orchestra è stato messo il figlio Mirko. Non sappiamo se quest’ultimo sia stato coinvolto dall’ondata di contagi che ha colpito la famiglia Casadei. Facciamo gli auguri di pronta guarigione a Raoul, sperando che possano presto arrivare buone notizie.

Di seguito Romagna mia:

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 03-03-2021


Francesca Michielin con i capelli corti a Sanremo: “Ecco perché li ho tagliati”

Morgan preoccupa i fan, poi fa dietrofront: “Non è vero che tento il suicidio ogni mese”