Esclusiva MusicBox, Nina Zilli: “Quando scrivo seguo un impulso. ‘Sola’ è nata in quindici minuti”

Perché i Green Day si chiamano così?

Nona al Festival di Sanremo con il brano ‘Sola’, Nina Zilli si racconta ai microfoni di MusicBox. “Frasi&Fumo” è la sua nuova raccolta di inediti.

Maria Chiara Fraschetta è conosciuta da tutti con il nome d’arte Nina Zilli. La sua voce forte richiama alla mente le sonorità anni ’60 che hanno rivoluzionato il modo di intendere la musica. Nina Zilli ha portato al successo canzoni come “L’Inferno”, “L’amore verrà”, “Per sempre” e “Una Notte”, pezzi che hanno dato una dimensione soul alla giovane cantante emiliana. Lo scorso febbraio Nina Zilli ha affrontato il 65° Festival della Canzone Italiana con “Sola“, piazzandosi al 9° posto categoria ‘big’ della kermesse ligure. Il suo nuovo album. “Frasi&Fumo”, racchiude le esperienze degli ultimi due anni: Nina Zilli si sta avviando veramente nel gotha della musica italiana.

Di seguito l’intervista esclusiva che Nina Zilli ha rilasciato ai microfoni di Selenia Orzella, inviata per MusicBox.

Nina, una volta hai detto che fare un disco è un po’ come andare dallo strizza cervelli… Cosa intendi con questa affermazione?

Non è tanto fare un disco, è scrivere i brani che è come andare da uno strizza cervelli. Di solito quando mi siedo al pianoforte o suono la chitarra non intendo scrivere una canzone che parla di quello o quest’altro argomento, seguo semplicemente un impulso. Ho scritto ‘Sola’ in 15 minuti, quando sono arrivata alla fine del testo mi sono detta ‘Ah bene, ho capito! Grazie della seduta! Ora so cosa fare. In questo caso so come combattere la solitudine…’ Alla fine ci sentiamo tutti soli anche quando siamo in mezzo alla gente“…

Per guardare l’intervista integrale realizzata a Nina Zilli CLICCA QUI.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 25-03-2015

Redazione Notizie Musica