Le migliori canzoni di Emis Killa: da Maracana a Scordarmi chi ero, i brani più significativi del rapper italiano.

Inizia la sua carriera nel 2007, quando inizia a pubblicare i suoi primi pezzi. Parliamo di Emis Killa, che ottiene il suo primo contratto discografico con l’etichetta indie, Blocco Recordz. All’attivo, ha cinque album in studio: L’erba cattiva del 2012, Mercury del 2013, Terza stagione del 2016, Supereroe del 2018 e 17 del 2020. Scopriamo insieme i brani più belli e significativi della carriera del rapper, da Maracanã a Scordarmi chi ero.

Emis Killa, le canzoni più amate

Iniziamo la nostra lista con Maracanã, brano contenuto nell’album Mercurio, pubblicato nel 2016.

Il video di Maracanã:

Il testo fu scritto dal rapper, in collaborazione con Big Fish, Alessandro Erba e Aquadrop. La canzone fu usata, da Sky Sport, in occasione dei Mondiali di calcio del 2014. Il titolo della canzone funge da tributo allo stadi omonimo.

Passiamo, poi, a Parole di Ghiaccio, brano presente nell’album L’erba Cattiva, pubblicato nel 2012.

Il video di Parole di Ghiaccio:

Emis ha scritto la canzone, con l’aiuto di Matteo Zanotto. Il brano, come ha riferito lo stesso rapper, come riportato da Wikipedia: “Riassume un po’ quel gusto amaro che ho io di raccontare le storie d’amore, che non sono canzoni d’amore normali, sono pezzi un po’ duri che raccontano storie andate a male, un po’ aspre”.

C’è, poi, Vampiri, canzone contenuta nell’album Mercurio, pubblicato nel 2013.

Il video di Vampiri:

La canzone è stata presentata al Music Summer Festival 2013 e parla di come le persone che vivono dalle parti del narratore non dormano mai, proprio come i vampiri.

Emis Killa, Soli (assieme) e Scordarmi Chi Ero

Procediamo con Soli (assieme), canzone presente nell’album Mercurio, proprio come Vampiri.

Il video di Soli (assieme):

Nel testo, il rapper parla di un amore finito, ma non ancora dimenticato, ma semplicemente cancellato dal cellulare. Nel cuore, però, restano ancora i ricordi vividi di quell’amore che vuole, a tutti costi, scacciare dalla mente:

Sono solo, preso da me stesso e dalla musica, vieni da me, da domani non chiamarmi più(non chiamarmi più)”.

Infine, citiamo Scordarmi Chi Ero, brano presente nell’album Mercurio, pubblicato nel 2013.

Il video di Scordarmi Chi Ero:

Nel testo, il rapper dà uno sguardo al passato che l’ha formato e ritorna al presente, riuscendo a capire chi è veramente, anche grazie alla persona amata:

Adesso che so chi sono davvero, vorrei svegliarmi e scordarmi chi ero, le mie paure e le tue sono niente finché siamo in due”.

Emis Killa
Emis Killa
TAG:
canzoni emis Killa

ultimo aggiornamento: 14-11-2020


Alice Cooper, arriva il nuovo album Detroit Stories

Le migliori canzoni dei Blink-182