Da Sarà perché ti amo a Che sarà, ecco le migliori canzoni del repertorio musicale del gruppo italiano dei Ricchi e Poveri.

Formatisi a Genova nel 1967, in breve tempo i Ricchi e Poveri divennero uno dei gruppi italiani di maggior successo dell’epoca, amati dal pubblico nostrano e seguiti ancora oggi da una platea molto folta di fan. Il loro repertorio musicale è ricco di brani iconici, che hanno scritto pagine importanti della musica italiana. Scopriamo insieme i loro brani più famosi ed apprezzati.

Ricchi e Poveri
Ricchi e Poveri

Ricchi e Poveri, le canzoni più amate

Iniziamo la nostra lista con Sarà perché ti amo, brano contenuto nell’album E penso a te, pubblicato nel 1981. Si tratta – senza ombra di dubbio – della canzone più famosa e amata del gruppo genovese. I suoi versi sono canticchiati, non solo da chi fa parte delle vecchie generazioni, ma anche dai più giovani.

Il video di Sarà perché ti amo:

Pochi sicuramente non sapranno i versi che hanno reso celebre il brano: “Che confusione sarà perché ti amo, è un’emozione che cresce piano piano; stringimi forte e stammi più vicino, se ci sto bene sarà perché ti amo”. La canzone fu presentata al Festival di Sanremo del 1981, dove ottenne il quarto posto alla kermesse musicale. Il testo fu scritto da Daniele Pace e Pupo.

Passiamo a Mamma Maria, canzone presente nell’album omonimo, pubblicato nel 1982. Il testo fu scritto dal paroliere Cristiano Minellono e dal compositore Dario Farina. Il 45 esce anche a livello internazionale, in paesi come la Spagna, il Belgio, i Paesi Bassi, il Brasile, la Germania, la Svizzera, il Giappone e la Francia. È uno degli inni veri e propri della band.

Il video di Mamma Maria:

Passiamo a Come vorrei, brano contenuto in E penso a te, pubblicato nel 1981. La canzone fu tradotta anche in spagnolo, col titolo Dónde estarás. La canzone fu utilizzata come chiusura di Portobello, programma della Rai, condotto da Enzo Tortora.

Il video di Come vorrei:

Il testo si concentra sulla storia d’amore di due innamorati che, pur amandosi molto, non possono stare più insieme, in quanto intendono il sentimento in maniera diametralmente opposta.

Ricchi e Poveri, La prima cosa bella e Che sarà

Procediamo con La prima cosa bella, che fu presentata nell’edizione di Sanremo del 1970, in doppia esecuzione con Nicola Di Bari, arrivando alla seconda posizione. Per quanto riguarda l’hit parade, la versione di Nicola di Bari arrivò al primo posto.

Il video de La prima cosa bella:

Nicola Di Bari scrisse questa canzone, in occasione della nascita di Ketty, la sua primogenita. Dalida realizzò una cover francese del brano, intitolandola Si c’était à refaire. La canzone dà anche il titolo al film di Paolo Virzì, con Micaela Ramazzotti e Valerio Mastandrea.

Infine, menzioniamo Che sarà, brano che fu presentato nell’edizione del Festival di Sanremo del 1971 e che ottenne un grande successo, non solo in Italia, ma anche all’estero, grazie all’interpretazione che fu fatta dello stesso da José Feliciano, il quale partecipò alla kermesse musicale col gruppo genovese.

Il video di Che sarà:

Grazie al successo che ottennero a livello europeo con questa canzone, avviarono un tour che permise ai membri della band di girare in vari paesi del Vecchio Continente.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 19-03-2021


Le migliori canzoni di Pino Daniele, un artista indimenticabile

L’ira ribelle e teatrale dei Maneskin