Tutte su Sfera Ebbasta: dal successo al dramma di Corinaldo

Alla scoperta di Sfera Ebbasta, il Trap King che ha conquistato l’Italia inseguendo il suo sogno e senza mai mollare.

Quella di Sfera Ebbasta è una storia scritta sotto il segno del riscatto. Le sue origini umili e la sua infanzia difficile, dalla famiglia problematica alla difficoltà di tenersi un lavoro, lo hanno sempre messo a dura prova. Ma Sfera è stato in grado di galleggiare grazie a una scintilla che brillava dentro di lui, un obiettivo chiaro e che il rapper voleva raggiungere a tutti i costi: la musica. Scopriamo di più sulla sua vita privata.

Chi è Sfera Ebbasta: la biografia

Il vero nome di Sfera Ebbasta è Gionata Boschetti. Classe 1992, il rapper nasce a Cinisello Balsamo in provincia di Milano, e fin dai primi anni della sua vita è costretto ad affrontare numerose difficoltà. I genitori si separano quando lui ha solo 2 anni, e appena adolescente Sfera perde suo padre. Di lui ricorderà quell’odore strano che arrivava dal bagno (a quanto sembra, era un hippie convinto) e i video di Woodstock alla televisione che li obbligava a guardare insieme a lui.

Anche i suoi coetanei sono diversi da lui, tutti che vestono stretti, mentre la sua testa è oltreoceano, in America, dove la scena hip hop è viva più che mai. I suoi artisti preferiti? 50 Cent… ma anche Ed Sheeran. Non si direbbe, vero?

Così Sfera cresce con la madre, affrontando più di dieci traslochi e altre difficoltà, fra cui ovviamente i problemi a scuola. Pensate che Gionata è stato bocciato in prima media e ha concluso la sua esperienza fra i banchi in prima liceo.

Ma i soldi mancano, e perciò Sfera comincia a fare alcuni lavori, fra cui il portapizze. Lavora 2 ore a sera per 15 euro… ma se 5 li spende in sigarette, gli altri 10 li investe in droghe leggere! Anche il secondo lavoro non va a buon fine: Gionata comincia a fare l’elettricista, ma svegliarsi alle 5 non è roba per lui… e infatti, dopo tanti ritardi accumulati, molla e ritorna a sognare il futuro da musicista.

Eccola qua, la musica, che entra in gioco nella sua vita in prima liceo, quando un amico gli fa sentire una canzone. Chi è? Chiede Sfera. Sono io, ho registrato in cameretta. Risponde l’amico. E lì si accenderà la scintilla, una carriera che comincerà con alcuni registrazioni (un vero flop su Youtube) ma che nel giro di qualche anno arriverà a renderlo uno dei volti più noti della musica italiana.

Basti pensare a Rockstar, terzo album in studio e che ha collezionato più di 35 milioni di ascolti su Spotify, il primo posto della classifica FIMI Album e FIMI Vinili e disco di platino dopo solo una settimana! E oggi, insieme a Ghali e ad altri artisti della scena, Sfera è tra gli artisti più famosi in Italia. Come si suol dire, obiettivo raggiunto.

Ma sapete come è nato il suo nome d’arte? Beh, pare proprio che sia dovuto… alla policy di Facebook! Il cantante infatti amava farsi chiamare Sfera, tag che andava in giro a sbombolettare su ogni muro di Cinisello. Al momento dell’iscrizione a Facebook, tuttavia, si ritrovò a dover compilare i campi obbligatori nome cognome. Così, non volendo mettere una parola forzata, si registrò come Sfera Ebbasta. Il resto è storia…

Sfera ebbasta
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/sferaebbastaofficial/

La vita privata di Sfera Ebbasta: fidanzata all’orizzonte?

Oltre alla musica, il cantante è appassionato di tatuaggi e di moda. Fra i tanti, ha tatuati sulla tempia i simboli dell’euro e del dollaro. «È il mio logo», ha dichiarato a Vanity Fair. «Ho sempre avuto i soldi in testa». Fra i suoi progetti, se dovesse finire la sua esperienza nel mondo musicale, c’è proprio quella di aprire un negozio di tatuaggi.

Per quanto riguarda la moda, l’artista ama vestirsi in maniera appariscente e adora i classici gadget da rapper. Avete ami visto i denti di Sfera Ebbasta? Il suo sorriso dorato è proprio dovuto ad un aggeggio che si chiama grillz, una protesi per coprire i denti realizzata con capsule in oro zecchino… mica male!

Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, ora Sfera abita Corsico, e come ha dichiarato in diverse interviste, è oramai sulla strada per essere milionario… senza nascondere però che a volte gli mancano la sua vita e i suoi amici di Cinisello.

Capitolo donne? Per ora nulla di serio. Sfera è molto concentrato sulla sua carriera, e dunque pare che per il momento non abbia voglia di fare conoscenze approfondite. La sua tipa ideale? Straniera, non sui social e sconosciuta all’opinione pubblica. E magari, perché no, che sia anche una gnocca pazzesca. Parola di Sfera…

Sfera Ebbasta e Corinaldo: una tragedia da 6 morti

Suo malgrado, Sfera è stato protagonista diverse volte di episodi di cronaca piuttosto drammatici avvenuti durante le sue esibizioni. L’ultima durante un concerto alla Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, nella notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018. Il panico scatenato dall’utilizzo di uno spray urticante ha fatto sì che la folla si accalcasse portando alla morte di cinque minorenni (tre ragazze e due ragazzi tra i 14 e i 16 anni) e una signora di 39 anni che aveva accompagnato la figlia al concerto.

I feriti durante la fuga senza controllo sono stati 59, di cui 39 portati in ambulanza all’ospedale. Di questi, 13  in pericolo di vita.

Secondo una prima ricostruzione, la tragedia sarebbe avvenuta presso un’uscita di sicurezza caratterizzata da un ponticello che permette di saltare un piccolo fossato e ritrovarsi al parcheggio. Nella confusione, la balaustra che fungeva da ponte avrebbe ceduto, facendo cadere alcune persone nel fossato. Queste sarebbero quindi state schiacciate dalla folla che si recava presso quell’uscita. Un episodio che ha segnato tragicamente la vita del cantante, da quel giorno ancor di più sotto il mirino di critica e opinione pubblica.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/sferaebbastaofficial/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-01-2019