La carriera, la vita privata e le curiosità su Charlie Charles, il segreto del successo di Sfera Ebbasta, Ghali e Mahmood.

Negli ultimi anni il trap e il rap in Italia, almeno quelli di maggior successo, portano una sola firma: Charlie Charles. Il celebre beatmaker è l’arma segreta di artisti del calibro di Sfera Ebbasta, Ghali e tanti altri artisti della nuova ondata di rapper italiani. Durante i giorni del Festival di Sanremo 2019 il suo nome è arrivato alle orecchie anche di chi non ascolta questo genere di musica, dal momento che è lui uno dei due producer alla base del successo di Mahmood. Ma chi è davvero Charlie Charles? Scopriamolo insieme.

Chi è Charlie Charles: biografia e carriera

Il vero nome di Charlie Charles è Paolo Alberto Monachetti. Il producer è nato il 24 marzo 1994 a Settimo Milanese sotto il segno dell’Ariete. Già da ragazzo inizia a sviluppare una forte passione per la musica, inizialmente techno e house, salvo poi innamorarsi del rap grazie a suo fratello. Sulla sua strada si ritrova subito il giovanissimo Sfera, con cui inizia negli anni Duemiladieci una poco fruttuosa collaborazione che porta a una separazione per divergenze di vedute.

Charlie Charles
Charlie Charles

Nel 2015 lavora con Marracash per la sua etichetta Roccia Music, apponendo la propria firma su album di nomi come Ghali, Tedua e la Dark Polo Gang. Il primo vero successo è però Bimbi del 2017, in collaborazione col redivivo Sfera, Rkomi, Izi, Tedua e Ghali.

Forte delle approvazioni soprattutto del mondo del web, Charlie inizia a essere scelto da tutti i trapper più in voga, fino a che nel 2018 non sceglie di far praticamente coppia fissa con Sfera Ebbasta. Sua la produzione di Rockstar, l’album da 4 dischi di platino del re della trap italiana.

Da cosa nasce la collaborazione con Mahmood? Da una richiesta esplicita dell’artista milanese. Alessandro e Dardust (Dario Faini) avevano infatti già curato, dopo la vittoria di Sanremo Giovani 2018 da parte del cantante di origine egiziana, la struttura di base di Soldi: al testo erano stati aggiunti bridge, agganci, e gran parte degli elementi fondamentali della canzone.

Qualcosa però nella ritmica non convinceva Mahmood, che ha così deciso di contattare il re dei beatmaker per proporgli di dargli una mano con questo pezzo. Charlie ha accettato subito, donando a Soldi quella ritmica tribale e che è in parte alla base del successo al Festival di Sanremo del cantante milanese.

Tra l’altro, Dardust e Charlie Charles hanno firmato la produzione dell’intero disco di debutto di Mahmood, Gioventù bruciata, pubblicato il 1°marzo 2019.

Di seguito il video di Soldi:

Dopo essere rimasto “a guardare” per qualche anno l’evoluzione della scena, facendo spazio anche ad altri importanti producer come Drillionaire, Charlie è tornato a lavorare con artisti come Ghali, thasup e Fabri Fibra nel 2023.

La vita privata di Charlie Charles

Charlie Charles è fidanzato? Per il momento non si hanno notizie certe sulla sua vita privata. Il producer è infatti un tipo riservato, e anche tramite il proprio account ufficiale Instagram difficilmente mostra immagini relative alla sua sfera intima. Il grande successo di Sanremo però ha acceso i fari del mainstream anche su di lui. Chissà che allora nei prossimi tempi non sia costretto a venir fuori, confidando magari alcuni dei segreti del suo incredibile talento.

Sai che…

– Charlie Charles è diventato una sorta di re Mida della musica trap e rap, tanto che sono sempre di più i rapper che ogni anno si recano nel suo studio di Seguro per avere approvazione e consigli.

– Ha affermato di non essere un fumatore accanito.

– Ha frequentato tre scuole superiori diverse prima di mollare gli studi dopo due giorni del quinto anno.

– La collaborazione con Sfera Ebbasta è confluita nel 2018 anche nella fondazione di un’etichetta, la BillionHeadz Music Group.

– Su Instagram Charlie Charles è presente con un account ufficiale da oltre centinaia di migliaia di follower.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2023 16:54


Chi era Vittorio De Scalzi, storico leader dei New Trolls

Chi è Gary Clark Jr., l’ultimo grande bluesman