Gianni Nazzaro è morto: il grande cantante napoletano si è spento al Policlinico di Roma per un tumore ai polmoni.

Un tremendo lutto ha colpito la musica napoletana e italiana: è morto Gianni Nazzaro. Grande voce melodica, era stato uno degli artisti di spicco della musica leggera italiana negli anni Settanta, diventando celebre con la hit Quanto è bella lei. Il cantante si è spento al Gemelli di Roma all’età di 72 anni in seguito a una breve lotta con un tumore ai polmoni. La notizia è stata riportata dall’AdnKronos e confermata dalla sua compagna, Nada Ovcina.

Morto Gianni Nazzaro: aveva 72 anni

Nato a Napoli il 27 ottobre 1948, Giovanni Nazzaro aveva debuttato nel 1965 sotto lo pseudonimo di Buddy. Inizialmente si era distinto come imitatore di altri grandi cantanti italiani, tra i quali Bobby Solo, Adriano Celentano e Gianni Morandi. La prima svolta della sua carriera arrivò nel 1967, quando prese parte al Festival di Napoli con il brano Sulo ppe mme e ppe te, senza però accedere alla finale.

Microfono
Microfono

Tornò al Festival di Napoli nel 1970, ottenendo il successo con Me chiamme ammore. Dopo due anni arrivò al primo posto nella competizione Un disco per l’estate con quello che è rimasto il suo più grande successo italiano, Quanto è bella lei:

Chi era Gianni Nazzaro

Cantante importantissimo negli anni Settanta, ottenen altri successi con brani come L’amore è una colomba, Non voglio innamorarmi mai e anche A modo mio, canzone scritta da Claudio Baglioni. Partecipò in più occasioni al Festival di Sanremo. Il suo maggior successo nella kermesse fu nel 1983, quando presentò il brano Mi sono innamorato di mia moglie, scritto da Daniele Pace.

Paradossale la sua avventura nel 1987. Gianni Nazzaro fu infatti il primo a presentare a Sanremo Perdere l’amore, che però in quell’anno venne scartato alle selezioni. L’anno successivo lo stesso brano venne presentato da Massimo Ranieri, il suo più grande ‘rivale’ (per via delle origini umili e napoletane vennero paragonati fin dai primi anni di carriera), che lo portò fino al successo. Uno smacco per il quale Nazzaro polemizzò più volte anche in seguito.

Nel 1994 fece parte della Squadra Italia di Sanremo, mentre nel 1998 fece il suo debutto da attore anche nella soap opera Un posto al sole, come padre del personaggio interpretato da Serena Autieri. Recitò però anche in altre soap, come Incantesimo. Nel corso della sua carriera fu anche conduttore televisivo e radiofonico, lavorò a diversi spettacoli musicali e partecipò nel 2014 anche a Tale e quale show, vincendo la puntata cantando anche la ‘sua’ Perdere l’amore.

Per quanto riguarda la sua vita privata, Gianni Nazzaro fu legato per anni a Nada Ovcina, madre dei figli Giovanni Junior, nato nel 1973, e Giorgia, venuta al mondo tre anni dopo. Nazzaro e Nada si separarono negli anni Settanta, per poi ritrovarsi nel 2016. In quel lasso di tempo il cantante ebbe un’altra importante relazione con Catherine Frank, indossatrice francese che gli diede i figli Davide e Mattia.


“Lo faccio per le mie figlie”: Morgan parla della sua partecipazione a Ballando

Shock nel mondo del metal: è morto Joey Jordison, fondatore degli Slipknot