La cantante Demi Lovato ha raccontato di aver perso la verginità con una violenza: ecco la sua confessione nel documentario Dancing with the Devil.

Demi Lovato ha perso la verginità con uno stupro! La dolora confessione della cantante è solo una delle tante rivelazioni sulla sua drammatica vita rese pubbliche attraverso il documentario Dancing with the Devil, produzione YouTube Originals disponibile dal 23 marzo. Un segreto a lungo custodito, ma oggi reso noto a tutti i suoi fan. Una verità scomoda e dolorosa ancora adesso, a distanza di anni. Ecco le sue parole su questa triste vicenda.

Demi Lovato è stata violentata: la confessione

Aveva 15 anni, era poco più di una bambina. Ma Demi è dovuta crescere in fretta, per colpa di un uomo che le ha tolto la verginità nella maniera più deprecabile. Un mese dopo la violenza, Demi ha però provato a ricontattare l’aguzzino: “Ho richiamato quella persona per cercare in qualche modo di sistemare le cose cercando di prendere il controllo della situazione. E invece mi sono sentita peggio“.

Demi Lovato
Demi Lovato

La cantante ha quindi ammesso di essersi tormentata per anni per questa situazione, perché ha faticato a riconoscere lo stupro subito come una violenza vera e propria: “Stavamo facendo l’amore e a un certo punto ho detto: ehi, non andiamo oltre, sono ancora vergine e non voglio che succeda in questo modo. Ma non gli è importato, l’ha fatto comunque. E io mi sono data la colpa, perché sono entrata in quella stanza con lui, sono andata a letto con lui“.

La prima volta di Demi Lovato

All’epoca dei fatti Demi era una delle grandi star della Disney grazie al film Camp Rock. Un particolare che rende il tutto ancora più drammatico. E se non bastasse, il trauma causato dal dover continuare a vedere il stupratore l’ha portata alla nascita di gravi problemi alimentari: “Non ho avuto una prima volta romantica, la mia prima volta è stata uno schifo. E per di più sono stata costretta a continuare a vedere quella persona. Ho smesso di mangiare e ho affrontato quella cosa in altri modi: provocandomi dei tagli, vomitando, di tutto. Avevo una bulimia talmente avanzata che ho cominciato a vomitare sangue“.

Purtroppo nel suo proseguimento di vita non privo di sofferenze, la cantante americana ha avuto un altro episodio di violenza, stavolta nel 2018 e perpetrato da uno spacciatore, che ha approfittato della sua overdose: “Si è approfittato di me. Quando mi hanno trovata ero nuda e tumefatta. Dopo essersi approfittato di me mi ha lasciata lì morente“.

Di seguito la copertina del suo nuovo album, collegato al documentario:

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 17-03-2021


Sanremo 2022 affidato a Mara Venier e Renzo Arbore? Ecco la clamorosa ipotesi

Ermal Meta stronca Barbara D’Urso e il Grande Fratello!