Ska: cos’è, caratteristiche, storia e artisti principali del genere musicale nato in Giamaica.

Il mondo della musica è cresciuto e si è diversificato fin dalla nascita dell’industria moderna, più o meno a inizio secolo scorso, e la musica ska è uno dei suoi generi più singolari. Di cosa si tratta? Di uno stile musicale nato in Giamaica alla fine degli anni Cinquanta, che combinava elementi della musica caraibica Calypso, Rhythm & Blues americano e musica folk tradizionale giamaicana. Insieme al reggae, è sicuramente il genere musicale giamaicano più famoso al mondo, in grado di influenzare diverse generazioni di artisti. Scopriamo insieme qualcosa in più sulla sua storia e sugli artisti che hanno contrassegnato le fortune.

Cos’è lo ska: caratteristiche e storia

La musica ska enfatizza l’insolito, o ciò che a volte viene chiamato “afterbeat”, che è l’enfasi sulla terza e quarta battuta di una misura 4/4. Si tratta insomma di una musica in levare, in tal senso progenitrice di rocksteady e reggae. Inoltre è caratterizzata dall’uso di strumenti a fiato, come sassofoni, trombe e tromboni.

Tromba
Tromba

Nata in Giamaica, la musica ska (conosciuta anche come bluebeat) ha trovato la sua strada nel Regno Unito all’inizio degli anni Sessanta, e successivamente negli Stati Uniti verso la metà dello stesso decennio, quando ha iniziato a guadagnare popolarità. Divenne una parte importante del movimento culturale giovanile “mod” nel Regno Unito, per poi diffondersi negli Stati Uniti con l’ascesa della musica punk. Proprio qui veniva spesso mescolata con questo nascente e genere e altri ancora per formare un suono unico.

Ha goduto del suo periodo di massimo splendore alla fine degli anni Sessanta e all’inizio degli anni Settanta con gruppi di revival ska come The Specials, Madness, The Selecter e The Beat. Fu in questo periodo che il genere divenne noto per i suoi testi allegri, ballabili e spesso divertenti. Ciò ha segnato un contrasto con i temi più oscuri di cui cantavano i gruppi punk duri e puri in quel momento.

Arrivando fino ai giorni nostri, bisogna ammettere che lo ska va ancora forte. Ci sono gruppi che si attengono ancora al suono originale, mentre altri incorporano elementi di altri generi, come l’hip hop e l’elettronica, ma spesso riescono comunque a guadagnare il favore del pubblico. La sua forza è proprio questa: è un genere che continua ad evolversi ma a mantenere il suo suono unico che si distingue e riesce far ballare la gente per gli anni a venire.

Leggi anche
Che cos’è la musica reggae?

Gli artisti più famosi della storia della musica ska

La musica ska è nata per la prima volta in Giamaica alla fine degli anni Cinquanta e da allora è diventata uno dei generi musicali più amati al mondo. Tra gli artisti che ne hanno fatto la storia, bisogna ricordare Prince Buster, uno dei primi musicisti attivi in questa scena in Giamaica, il padre del genere, noto per uno stile energico. Fu lui il primo a combinare stili musicali caraibici e africani, dando vita a diversi stili ancora in voga. Ci sono poi gli Skatalites, il gruppo più famoso negli anni Sessanta. E poi ancora, andando avanti, i Madness, band britannica che ha fatto fare un ulteriore salto in avanti al genere, fino all’avvento degli Specials, una delle band più influenti di tutto il decennio ottanta, paladini del sottogenere denominato 2 Tone.

Infine, vale la pena ricordare i Selecter, altra band britannica diventata famosa tra anni Settanta e Ottanta per i propri energici spettacoli dal vivo, dei veri show che li hanno resi famosi in tutto il Regno Unito. Questi sono solo alcuni dei musicisti ska più famosi della storia, che si è evoluto nel corso dei decenni. Sono stati questi artisti così iconici a contribuire a plasmare il genere fino a renderlo quello che è oggi.

Di seguito il video di A Message to You Rudy degli Specials:

Capire lo Ska Punk: una fusione di due generi musicali

Ska Punk è un genere musicale unico che fonde ska e punk rock per creare un suono energico e unificato. Questa fusione di stili è diventata popolare tra i fan nuovi e di lunga data sin dalla sua comparsa alla fine degli anni Settanta. Questo nuovo genere vanta una vasta gamma di influenze, dallo ska e reggae al punk rock e persino al metal.

Uniti, ska e punk hanno fin da subito creato un mix potente e diversificato che può essere apprezzato dagli appassionati di musica di tutte le età. Dal punto di vista delle caratteristiche, lo ska punk comprende l’uso di fiati, ritmi up-tempo e voci potenti. Le canzoni di questo genere contengono spesso sezioni contrastanti tra i testi, nonché spostamenti tra i tempi musicali, melodie allegre ed energiche che vanno in contrasto con i temi sociali di cui spesso si parla.

Tra gli artisti pionieri di questo sottogenere famoso dello ska ricordiamo i già citati The Specials, The Beat, Madness, Reel Big Fish, Operation Ivy e No Doubt, tutti accreditati per aver contribuito a rendere popolare il genere.

Riproduzione riservata © 2023 - NM

ultimo aggiornamento: 31-12-2022


Chi è Tracy Spencer, l’icona anni Ottanta di Run to Me

In memoria di Claudio Villa, l’unico e inimitabile Reuccio della musica italiana