Ornella Vanoni invita i fan a stare a casa: ecco lo sfogo commosso della cantante pubblicato sui suoi account social.

Anche Ornella Vanoni si aggiunge ai tanti accorati appelli che da giorni molti dei nostri artisti preferiti stanno lanciando ai propri fan. Ma quello della cantante dai capelli rossi, più che un appello, è uno struggente grido di dolore.

L’artista, 85 anni compiuti a settembre, si è infatti sfogata sui social, invitando tutti a rimanere a casa, perché quella che stiamo combattendo è una vera e propria guerra.

Coronavirus, Ornella Vanoni: lo sfogo sui social

La cantante milanese ha voluto fortemente esprimere la propria rabbia per quanto sta vedendo in questi giorni, con tante persone che ancora continuano a vivere la propria vita come se nulla fosse.

Sono Ornella Vanoni e ho un’età per cui è giusto che io non esca di casa. Sono a rischio eccome: non lo faccio per me, lo faccio per tutti gli altri“, ha dichiarato l’artista, che pure è provata dalla quarantena, “io fortunatamente sto bene, ma dobbiamo pensare a tutti quei soldati che lavorano per noi, perché sì, siamo in guerra“. Concetti simili a quelli espressi da Vasco Rossi alcuni giorni fa.

Ornella Vanoni
Ornella Vanoni

Ornella Vanoni: video messaggio ai fan contro il Coronavirus

L’invito di Ornella è di rimanere a casa a guardare la tv, leggere un libro o fare qualsiasi altra cosa si voglia, anche rotolarsi per terra.

D’altronde, già alcuni giorni fa la cantante si era espressa con parole forti in una trasmissione radiofonica, Un giorno da pecora, commentando le immagini dei giovani nei bar sui Navigli: “I giovani si sentono forti, non credono alla morte. Adesso però è una demenza totale: in tv ho visto tanti giovani ai bar, tutti insieme. Mi sono veramente incazza*a e mi sono detta che così domani sarà un inferno“. Una profezia che in parte si è realizzata, purtroppo.

Questo il videomessaggio di Ornella sui social:

TAG:
coronavirus ornella vanoni people

ultimo aggiornamento: 19-03-2020


Cesare Cremonini ricorda il padre: “Ogni sera vorrei dirti che sono felice”

Biagio Antonacci dona quattro ventilatori polmonari all’ospedale Sacco di Milano