Instagram: come usarlo al meglio per promuovere la propria musica

Come sfruttare Instagram per promuovere la propria musica

Come utilizzare Instagram per la musica: consigli e dritte per cercare di sfruttare al meglio il social media più influente di questi anni.

Se sei un cantante o hai una band Instagram può diventare un mezzo straordinario per far conoscere il tuo talento. Il tempo di MySpace è finito da molti anni, Facebook è ormai il regno di un certo tipo di target. Se si vuole arrivare a più persone e in modo più diretto, Instagram è la strada giusta.

Ma come utilizzare al meglio il celebre social network per promuovere la propria musica? Scopriamolo insieme. Ecco alcuni consigli per fare di Instagram uno strumento indispensabile!

Instagram: come usarlo al meglio per la musica

Sarà banale, ma la prima e più importante cosa è stabilire gli obiettivi che si vogliono perseguire e curare al meglio il proprio personal branding iniziando a pensarlo già prima di entrare nel mondo dei social.

Dopo aver messo nero su bianco (o impresso nella propria mente) cosa si vuole fare, vediamo come possiamo riuscire a rendere le idee qualcosa di concreto.

Instagram
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/InstagramItalia

Impostare il proprio account

Innanzitutto, servirà rendere il proprio account Instagram un account ‘business’. Qual è la differenza tra un profilo ‘normale’ e uno ‘aziendale’? La risposta è semplice. Con un account professionale si può accedere agli insight, statistiche utili e necessarie per lavorare al meglio su Instagram; si si possono creare pubblicità e promuovere i post; si possono aggiungere link e contatti.

Il secondo passo sarà trovare una voce ‘visuale’, quel modo, quell’attitudine che darà un’immediata idea ai propri follower su che tipo di profilo hanno raggiunto. Ricordiamo sempre che un profilo coerente, con foto, didascalia e galleria con lo stesso tono di voce, sarà sempre più piacevole da guardare di un profilo eccessivamente confuso e schizofrenico.

Quali sono gli elementi da curare per primi? Ovviamente la foto profilo (che può essere un primo piano o il proprio simbolo); la bio, semplice, lineare, efficace, breve (poche parole per descrivere chi sei e cosa fai, con qualche emoticon per renderla universale e magari un link alla propria musica); i contenuti in evidenza (dai ordine alle tue storie migliori, salvale, dividile in categorie e rendile sempre facilmente fruibili).

Cosa e come postare su Instagram

Parola d’ordine creatività. Sarà la propria attività musicale a dover essere promossa maggiormente, con foto di concerti, degli strumenti utilizzati, dei cambiamenti di look. Ma non mettiamo limite alle nostre potenzialità! Spesso è il post su cui nessuno avrebbe scommesso a rendere di più in termini di engagement. Se serve ispirazione, non vergognarti a prendere spunto (ma non copiare spudoratamente) dalle gallery dei tuoi artisti preferiti.

Un esempio di contenuto che attirerà certamente il tuo pubblico? Uno scatto di te da bambino. Ma non sottovalutare anche i video (che hanno lunghezza massima di 60 secondi), in cui puoi strimpellare una tua canzone e rimandare al link in bio.

Playlist musica, cuffie da dj
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/dj-musica-cuffie-concerto-mostra-690986/

Caption e hashtag

Non sottovalutiamo la caption, ovvero la didascalia: ha un ruolo fondamentale! Certo, Instagram è un social d’immagini, e se la foto non è curata difficilmente le parole faranno la differenza. Ma una bella foto con una didascalia coerente avrà una presa maggiore rispetto a una bella foto senza didascalia.

La cosa più importante è curare la prima frase, per portare la gente a cliccare su ‘leggi di più’. Cosa scrivere nella caption? Quello che fai nella foto, perché lo stai facendo, perché stai condividendo questo momento, magari inserendo una domanda per invitare i follower a commentare. La call to action è infatti fondamentale per far sentire coinvolti i propri seguaci.

Nota bene: tagga chi compare con te nella foto (specialmente se è chi l’ha scattata) e geocalizza l’immagine quando possibile!

E gli hashtag? Non saranno bellissimi a vedersi, ma quanto servono! Ricorda di utilizzare però quelli più adatti al tuo pubblico e al tuo stile, senza andare su hashtag super utilizzati come #amore, #sole, #mare e via dicendo. Vai più sullo specifico (puoi crearne anche qualcuno, ma cerca di riutilizzare per la maggior parte hashtag già con un seguito discreto).

Per cercare di rendere piacevole la didascalia con gli hashtag, prova a metterli alla fine. Separali con dei puntini o dello spazio, oppure inseriscili come primo commento alla foto.

Storie, dirette e IGTV

Non sottovalutare le storie! Sono fondamentali per postare contenuti veloci e far mantenere vivo il proprio profilo. Utilizzale per ‘parlare’ con i tuoi follower, mostrare i momenti ‘privati’ della tua attività, effettuare sondaggi, chiedere consigli e così via.

Allo stesso modo, ogni tanto dilettati con le dirette su Instagram, magari facendo ascoltare in anteprima ai tuoi fan un tuo pezzo live da… casa! Storie, dirette e… IGTV. Anche in questo caso, puoi sperimentare questo strumento per mostrare la tua musica, grazie alla possibilità di poter pubblicare contenuti video più lunghi del normale.

Di seguito una video-guida utile per comprendere al meglio come creare delle storie interessanti:

Consigli per usare Instagram

Chiudiamo con qualche piccolo suggerimento di natura generale. Posta spesso e non abbandonare mai il tuo profilo. Una cadenza positiva potrebbe essere quella di almeno una foto a settimana e di una storia al giorno. Ma se ne metti di più non sarà un male, come dimostrato da super star come Sfera Ebbasta.

Sii coinvolto nel mondo dei social e non essere passivo. Commenta, chiedi, proponi ma… non spammare! Quei commenti del tipo ‘bella foto, ascolta la mia nuova canzone’ non solo non ti porteranno risultati immediati, ma anzi potrebbero diventare dannosi per la tua immagine.

Infine, studia le tue statistiche per capire quale sia il momento migliore per pubblicare i tuoi contenuti. E non dimenticare di comprendere meglio qual è il target che sta reagendo meglio ai tuoi post.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/InstagramItalia

ultimo aggiornamento: 01-05-2020