Alla scoperta dei Negrita, la rock band guidata da Pau e Drigo

La carriera e le curiosità sui Negrita, una delle band rock italiane più importante degli anni Novanta e Duemila.

I Negrita sono pronti a portare un po’ di rock a Sanremo 2019. La band di Pau e Drigo tornerà sul palco dell’Ariston a distanza di 15 anni per prendersi una rivincita sul pubblico che all’epoca non apprezzò troppo la loro performance. Una rivincita che poi non sarebbe nemmeno necessaria. Ormai sulla cresta dell’onda da oltre vent’anni, si sono consolidati come una delle realtà rock più importanti nella storia del genere in Italia.

Andiamo a scoprire qualcosa in più sulla loro carriera.

Negrita
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/negritaband

Chi sono i Negrita

Le origini dei Negrita risalgono alla seconda metà degli anni Ottanta, ma è solo nei primi anni Novanta che assumono il nome con cui ancora oggi sono conosciuti. Il loro primo album esce nel 1994, trascinato da un singolo di forte impatto come Cambio.

Il vero successo per la bando toscana arriva però solo nella seconda metà degli anni Novanta. Nel febbraio del 1997 esce il loro terzo album, XXX, presentato anche negli stadi in qualità di band d’apertura ai concerti di Ligabue. Un brano presente in questo disco, Ho imparato a sognare, ottiene poi una grande risonanza per l’inserimento nel film Tre uomini e una gamba di Aldo, Giovanni e Giacomo, portando l’album al disco di platino.

La collaborazione fortunata col trio comico continua con il film successivo Così è la vita, la cui colonna sonora porta interamente la firma dei Negrita. Nella pellicola è presente anche il singolo Mama maé, primo singolo dell’album Reset del 1999. Questo album segna il parziale abbandono del rock alternativo puro per l’elettronica, e la svolta viene apprezzata dai fan.

Dopo il discreto successo di Radio Zombie del 2001, i Negrita danno alle stampe nel 2003 il best of Ehi! Negrita, trascinato dal singolo Tonight, presentato a Sanremo e arrivato 18° nella graduatoria finale. Dalla stessa compilation viene estratto anche l’inedito Magnolia, un vero e proprio tormentone di quell’estate.

Segue un periodo di tournée in giro per il mondo, che si rivelerà proficuo per la scrittura dell’album del 2005, L’uomo sogna di volare. Da questo disco viene estratto un altro singolo di straordinario successo: la ‘sudamericana’ Rotolando verso sud.

Tornano a farsi segnalare per brani inediti nel 2008, quando lanciano il brano Che rumore fa la felicità?, anteprima di HELLdorado. Anche questo disco ottiene grande successo, venendo certificato in pochi mesi con il disco di platino.

In anni più recenti si segnalano per il nono album, 9, che recupera in parte le radici rock del loro sound, trascinato al primo posto al debutto nella classifica FIMI dal singolo Il gioco. Nel 2018 hanno invece dato in stampa il loro decimo e finora ultimo disco, Desert Yacht Club, anticipato da Adios paranoia e Scritto sulla pelle.

Cosa ci dobbiamo aspettare dai Negrita nel 2019? Ancora non sono chiari i loro programmi, ma sappiamo di per certo che saranno tra i protagonisti di Sanremo con il brano I ragazzi stanno bene. Che ci sia in pentola un altra raccolta in arrivo?

Di seguito i Negrita in Magnolia, una delle loro canzoni migliori:

Negrita: le frasi più belle

Nel corso della loro carriera i Negrita si sono distinti non solo per il talento nella stesura delle composizioni musicali, ma anche per testi spesso non banali. Ecco alcune delle frasi più belle presenti nelle loro canzoni:

– “Quando inizi a capire che sei solo e in mutande, quando inizi a capire che tutto è più grande, c’era chi era incapace a sognare e chi sognava già” (da Ho imparato a sognare);

– “Alzo lo stereo a palla per non pensare, alzo così tanto da farmi male, dimenticando tutto quello che so” (da Mama maé);

– “Il fuoco che ti brucia il sangue, quella è l’anima. Può anche non piacerti il mondo, o forse a lui non piaci te, comunque questa è un’altra storia” (da Hemingway);

– “La dignità degli elementi, la libertà della poesia, al di là dei tradimenti degli uomini è magia” (da Rotolando verso sud);

– “Il tempo passa dritto, non prova nostalgia e lascia dentro gli occhi l’amarezza e l’allegria” (da Il gioco).

La discografia dei Negrita: gli album in studio

Di seguito la discografia in studio dei Negrita:

1994 – Negrita
1995 – Paradisi per illusi
1997 – XXX
1999 – Reset
2001 – Radio Zombie
2005 – L’uomo sogna di volare
2008 – HELLdorado
2011 – Dannato vivere
2015 – 9
2018 – Desert Yacht Club

7 curiosità sui Negrita

– Cosa significa Negrita? Perché si chiamano così? La risposta è piuttosto semplice: il nome deriva dal titolo di una canzone dei Rolling Stones, Hey! Negrita.

– Il loro primo nome non è stato però Negrita, bensì Gli Inudibili.

– La collaborazione più importante della prima fase della loro carriera è stata quella con Ligabue, per il quale hanno curato gli arrangiamenti del brano L’han detto anche gli Stones, nell’album A che ora è la fine del mondo?

– Nel 2000 sono stati docenti a ‘Scuola di Rock’, progetto dell’organizzazione Arezzo Wave.

– Hanno partecipato al progetto Rezophonic di Mario Riso, insieme ad altri gruppi come Le Vibrazioni, Negramaro e Lacuna Coil.

– Da aprile a giugno del 2014 hanno preso parte al musical Jesus Christ Superstar presso il Teatro Sistina di Roma. In particolare, il cantante Pau ha interpretato il ruolo di Pilato.

– Su Instagram i Negrita hanno un account ufficiale da oltre 49mila follower:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/pg/negritaband

ultimo aggiornamento: 13-01-2019