Chi sono gli Zen Circus, una band punk sul palco dell’Ariston

Alla scoperta degli Zen Circus, la band di Andrea Appino pronta a scatenarsi sul palco di Sanremo nel 2019.

A sorpresa, nel corso di Sanremo Giovani 2018 sono stati annunciati tra i Campioni di Sanremo 2019 anche gli Zen Circus, band sconosciuta a molti degli appassionati della kermesse ligure, ma già attiva da oltre vent’anni sulla scena rock italiana.

Scopriamo insieme chi sono questi ragazzi pisani, nome di spicco del punk ‘in salsa toscana’.

Chi sono gli Zen Circus

Gli Zen Circus sono un gruppo fondato nel 1994 a Pisa da Andrea Appino e Marcello ‘Teschio’ Bruzzi. Il loro debutto discografico arriva nel 1998, sotto il nome The Zen, con l’album About Thieves, Farmers, Tramps and Policemen. Il successo della band è limitato in Italia, mentre è positivo nei Paesi Bassi. Incoraggiato dalle vendite olandesi, Appino decide di trasferirsi a L’Aia per tentare una carriera da one man band.

Costretto a tornare in patria dal servizio militare nel 2000, si riavvicina all’amico Teschio, che coinvolge nel progetto Massimiliano ‘Ufo’ Schiavelli. La band cambia nome assumendo quello definitivo di Zen Circus. Dopo aver inciso un altro album, Visited by the Ghost of Blind Willie Lemon Juice Namington IV, nel 2003 Teschio lascia il gruppo, venendo sostituito da Karim Qqru.

L’arrivo di Karim dà nuova verve alla band, che con l’album Doctor Seduction diventa uno dei nomi più importanti della scena rock nostrana. Le prime canzoni italiane degli Zen Circus arrivano con il disco Vita e opinioni di Nello Scarpellini, gentiluomo.

Zen Circus
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/thezencircus/

Una breve parentesi tra il 2007 e il 2009 con la collaborazione di Brian Ritchie dei Violent Femmes porta all’album Villa Inferno, una svolta nella carriera del gruppo, grazie anche al successo della hit Figlio di puttana. Il primo disco totalmente in italiano arriva però l’anno dopo: s’intitola Andate tutti affanculo, e viene accolto dalla critica come uno dei migliori lavori dell’anno. Al suo interno trova spazio anche un brano con la cantautrice toscana Nada.

Ormai divenuti una delle realtà più importanti della nostra musica, a cavallo tra mainstream e underground, nel 2011 lanciano il disco Nati per subire, che debutta al trentunesimo posto nella classifica FIMI. Tre anni dopo esce un nuovo lavoro, Canzoni contro la natura, che sale addirittura fino al nono posto nella classifica ufficiale di vendite.

Successo simile per La terza guerra mondiale, del 2016, che sale fino al al numero 6 in classifica, grazie anche al singolo Ilenia.

L’ultimo album degli Zen Circus fin qui pubblicato è Il fuoco in una stanza, del 2018, che debutta al numero uno della classifica FIMI per quanto riguarda i vinili, e al settimo posto nella classifica generale.

Nel 2019 parteciperanno a Sanremo con L’amore è una dittatura.

Ecco il video di una delle canzoni degli Zen Circus più famose, Ilenia:

4 curiosità sugli Zen Circus

– Cosa significa Zen Circus? Nulla di particolare. Il nome della band deriva da due lavori del gruppo hardcore punk statunitense Hüsker Dü, Zen Arcade e Metal Circus.

– Una volta al leader Andrea Appino vennero pignorate la chitarra e l’amplificatore per via dei mancati pagamenti.

– Il cantante è riuscito a finire nella Cadillac rosa di Little Tony nel 2004 per presentare una puntata di un programma con, tra gli altri, Piero Pelù e i Modena City Ramblers.

– Su Instagram gli Zen Circus hanno un account da oltre 50mila follower.

Di seguito un post degli Zen Circus per promuovere la propria partecipazione a Sanremo 2019:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Zen Circus (@zencircus) in data:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/thezencircus/

ultimo aggiornamento: 04-01-2019