Auguri a Tullio De Piscopo, uno dei migliori batteristi italiani

Tullio De Piscopo: la vita privata, le curiosità e la carriera del batterista napoletano.

Se ti chiedono chi è il miglior batterista italiano, uno dei primi nomi a venire in mente è quello di Tullio De Piscopo. Il noto percussionista napoletano è stato infatti uno dei pochi musicisti a sapersi costruire una fama internazionale partendo da dietro le pelli, grazie a uno stile estroso e unico nel suo genere.

Andiamo a scoprire qualcosa in più sulla carriera e la vita privata di questo genio delle bacchette.

Tullio De Piscopo
Tullio De Piscopo

Chi è Tullio De Piscopo

Tullio Gennaro De Piscopo è nato a Napoli il 24 febbraio 1946 sotto il segno dei Pesci. Figlio di un batterista e percussionista dell’orchestra che suonava nel Teatro San Carlo, è stato fin da subito iniziato al mondo della musica.

Da adolescente frequenta Bagnoli, zona di Napoli animata dalla presenza di una base Nato e quindi di molti americani. Entra così a far parte di alcuni gruppi jazz, mettendo in mostra il suo talento.

Nel 1969 si trasferisce a Torino, ottenendo una scrittura in un locale jazz della città. Due anni dopo va a Milano e fa decollare la sua carriera, grazie anche a fortunate collaborazioni con alcuni artisti internazionali.

Nei primi anni Settanta entra nel gruppo del celebre chitarrista jazz Franco Cerri, facendosi apprezzare per la sua grande versatilità. Senza mai dimenticare Napoli, lavora negli anni Ottanta ad alcuni album dell’amico Pino Daniele, tra cui Vai mo’, Bella ‘mbriana, Sciò e altri ancora.

Di seguito un’esecuzione dal vivo di Viento e’ terra:

Non solo batterista. Negli anni Ottanta Tullio De Piscopo ha raggiunto grande fama anche come cantante. Nel 1988 partecipa a Sanremo con il celebre brano Andamento lento, senza ottenere grande successo. Nello stesso anno vince il Festivalbar.

Ha partecipato a Sanremo anche nel 1989 con E allora e allora e nel 1993 con Qui gatta ci cova, senza però mai avere grande fortuna.

Cosa fa oggi Tullio De Piscopo? Continua a essere uno dei migliori batteristi e percussionisti italiani. La sua ultima apparizione televisiva di grande rilevanza è quella al Festival di Sanremo 2018 come ospite dei Kolors nella serata dei duetti.

Di seguito l’audio di Andamento lento, la canzone di Tullio De Piscopo più famosa:

La vita privata di Tullio De Piscopo: moglie e figlie

Riservato e schivo, Tullio De Piscopo non ha mai amato rendere pubblica la sua vita rivata. Sappiamo comunque che non si è mai separato dalla moglie Dina.

I due hanno avuto insieme due figlie, Giusy e Michela. Di loro Tullio ha più volte detto di essere davvero fiero.

7 curiosità su Tullio De Piscopo

-Più volte l’artista ha raccontato di essere nato in una famiglia povera.

-Il fratello maggiore, Romeo, è morto nel 1957 a soli vent’anni. Era anche lui un musicista.

-A 13 anni Tullio ha lavorato in un night-club di Bagnoli.

-Nella sua carriera il batterista napoletano ha collaborato praticamente con tutti i più grandi nomi della storia della musica jazz e non solo: da Chet Baker a Dizzy Gillespie, da Gato Barbieri a Richie Havens, passando per Mina, Lucio Dalla, Franco Battiato, Fabrizio De André e tanti altri ancora.

-Tullio De Piscopo ha scritto anche colonne sonore per film importanti, tra cui Mi manda Picone di Nanni Loy.

-Nel 2014 ha dato alle stampe il suo libro, Tempo! La mia vita.

-Su Instagram Tullio De Piscopo ha un account da poco più di 800 follower. Non è molto attivo sui social, ma ha un sito ufficiale aggiornato su tutti gli appuntamenti della sua carriera.

Di seguito un assolo di batteria di Tullio De Piscopo:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-02-2019