Steve Perry: la carriera, la vita privata, le canzoni e le curiosità sull’ex cantante dei Journey, storica voce di brani come Don’t Stop Believin’.

Steve Perry è senza dubbio una delle voci simbolo degli anni Ottanta. Un artista rock capace di emozionare anche chi non ama il suo genere musicale, grazie a un’estensione unica e alla capacità di dare un colore intenso a ogni nota agganciata. Versatile e ed espressivo, ha fatto la storia sia da solista che con i Journey.

Andiamo a scoprire tutte le curiosità sulla sua straordinaria carriera e sulla sua vita privata.

Chi è Steve Perry

Stephen Ray Perry è nato a Hanford, in California, il 22 gennaio 1949 sotto il segno dell’Acquario. Fin da bambino si appassiona alla musica, grazie al padre cantante.

Trasferitosi a Lemoore con la famiglia, inizia a suonare le percussioni in una banda durante gli anni del liceo. Quindi, una volta al college, diventa primo tenore del coro di Visalia.

Steve Perry
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/steveperrymusic

Fonda la sua prima band dopo un nuovo trasloco, stavolta nella piccola cittadina di Banta. Il progetto si chiama Alien, ma non dura a lungo a causa del decesso improvviso in un incidente del bassista Richard Michaels. Tornato a Lemoore, Steve inizia a credere di dover abbandonare il suo sogno di diventare cantante.

Ma la madre si fida ciecamente del suo talento, e lo spinge a rispondere a un annuncio di Walter Herbert, manager di un intrigante gruppo nascente: i Journey. Quest’ultimo ascolta una sua demo e, rimasto impressionato dalle doti vocali di questo ragazzo, decide di farlo entrare nella band.

Con i Journey Steve debutta nel 1977 a San Francisco. Il suo ingresso porta il gruppo a modificare leggermente il proprio stile, abbandonando l’originario prog rock per contaminazioni pop che non convincono fin da subito i fan più puri. L’uscita di Infinity del 1978 fa ricredere però molti addetti ai lavori, grazie a un sound moderno e all’indiscutibile talento del nuovo vocalist.

I pezzi dei Journey iniziano così ad essere passati in radio, e ben presto la band diventa una delle più importanti del filone AOR anni Ottanta, grazie a canzoni ancora oggi molto conosciute come Don’t Stop Believin’:

Con i Journey Steve rimane fino al 1996, venendo quindi sostituito definitivamente nel 1998 da un altro frontman, Steve Augeri.

La carriera di Perry non si esaurisce però con lo storico gruppo. Già nel 1984 inizia infatti un percorso solista con l’album Street Talk, un grandissimo successo da disco di platino negli Stati Uniti.

Il suo escondo album solista esce molti anni più tardi, nel 1994, con il titolo di For the Love of Strange Medicine. Dopo diversi anni lontano dalle scene, Steve è tornato in pubblico nel 1995 per partecipare alla cerimonia della Hollywood Walk of Fame.

Cosa fa oggi Steve Perry? Ha pubblicato nel 2018 un ultimo album solista, Traces, confermando però il suo ritiro dal mondo dell’industria musicale.

Di seguito il video del singolo No Erasin’:

La vita privata di Steve Perry: moglie e figli

Steve non si è mai sposato, ma ha avuto diverse relazioni importanti. Una di queste è stata con Kellie Nash, morta nel 2012 a causa di un tumore.

Perry ha anche una figlia di nome Shamila, che in alcune occasioni pubbliche lo ha anche accompagnato.

Sai che…

-Steve Perry è alto 1 metro e 71.

-La sua famiglia ha origini portoghesi.

-Steve ha raccontato di aver deciso di voler diventare un cantante quando ha sentito all’autoradio, all’età di 10 anni, la canzone Cupid del mitico Sam Cooke.

-Nel 1996, dopo un incidente alle Hawaii, gli fu diagnosticata una situazione degenerativa delle ossa, che lo ha costretto a portare una protesi.

-Steve Perry in We Are the World? Sì, il cantante dei Journey ha fatto parte del supergruppo USA for Africa e nel 1985 ha registrato la famosa hit.

-Qual è il range della voce di Steve Perry? Classificato come tenore leggero, il cantante dei Journey può arrivare fino alle note più alte di un registro maschile.

-L’amico Jon Bon Jovi lo ha soprannominato The Voice (come Frank Sinatra).

-Secondo il chitarrista dei Journey Neal Schon, ma anche per il frontman dei Fozzy Chris Jericho, Steve potrebbe essere anche il più grande cantante di tutti i tempi.

-Non solo cantante. Perry è un produttore e compositore, e suona basso, chitarra, tastiere e batteria.

-Su Instagram Steve Perry ha un account ufficiale da oltre 60mila follower.

Di seguito il video di Oh Sherrie, una delle canzoni di Steve Perry più famose:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/steveperrymusic

TAG:
curiosità Steve Perry

ultimo aggiornamento: 21-01-2020


Chi è Junior Cally, il controverso rapper di Sanremo 2020

Tutto su Steven Adler, batterista storico dei Guns N’ Roses