Gary Cherone: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sull’ex cantante degli Extreme, con una parentesi anche nei Van Halen.

Per gli amanti della musica rock anni Ottanta è stato un’icona insieme agli Extreme di Nuno Bettencourt. Per molti altri un frontman di grande valore, conosciuto anche nella sua breve parentesi nei Van Halen. Qualcuno lo ricorda anche come uno dei protagonisti più ispirati dello storico Freddie Mercury Tribute Concert. Ma Gary Cherone è tutto questo e molto altro. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Gary Cherone

Gary Francis Caine Cherone è nato a Malden, in Massachussetts, il 26 luglio 1961 sotto il segno del Leone. Terzo di cinque fratelli (ha anche un gemello, Greg), cresce con la passione per la musica e durante l’adolescenza inizia a suonare in alcuni gruppi locali, ispirandosi a grandi frontman come Roger Daltrey, Steven Tyler e Freddie Mercury.

Microfono
Microfono

Nel 1985 conosce due figure fondamentali per la sua vita: il chitarrista Nuno Bettencourt, di origini portoghesi, e il bassista Pad Badger. Insieme, dopo un inizio da ‘rivali’, scelgono di formare un nuovo gruppo, gli Extreme, e scrivono del materiale originale. Firmano quindi un importante contratto e con il primo album nel 1989 vendono subito oltre 250mila copie. Un inizio importante, che non è però paragonabile al prosieguo.

Nel 1990 la band dà infatti alle stampe Extreme II: Pornograffiti, un disco che mescola hard rock, funk, pop e mostra l’incredibile talento della formazione, con un Bettencourt straordinario sugli scudi. Un classico capace di farli conoscere in tutto il mondo, complice il successo internazionale della ballata acustica More than Words:

Dopo l’exploit di Pornograffiti il gruppo fatica però a ripetersi e finisce per sciogliersi nel giro di pochi anni. Nel 1996 Gary viene così chiamato dai Van Halen per sostituire Sammy Hagar, in rotta con il gruppo. Con lo storico gruppo del compianto Eddie, Cherone dà alle stampe Van Halen III, disco che debutta al quarto posto della Billboard 200 e vende oltre 500mila copie, pur non raggiungendo il successo di altri dischi del gruppo americano. Per via di alcuni problemi con la Warner però dopo questo disco Gary è costretto a gettare subito la spugna, rimanendo comunque in ottimi rapporti con tutti i membri del gruppo.

Chiusa la parentesi Van Halen, si tuffò in altri progetti di minor importanza, per poi tornare nei primi anni Duemila negli Extreme per un’attesissima reunion confluita nella pubblicazione di un nuovo album nel 2008. Cosa fa oggi Gary Cherone? Fa parte di una cover band degli Who, gli SlipKid, insieme al fratello Markus. I due hanno creato anche un nuovo gruppo, gli Hurtsmile, senza avere molto successo.

Say che…

– Il suo primo gruppo ‘importante’ furono i The Dream. Con questa band apparve anche in un video su MTV.

– Nel 1992 canta con i Queen Hammer to Fall per ricordare uno dei suoi miti, Freddie Mercury, nel celebre concerto di tributo al Wembley Stadium.

– Pur avendo fatto parte dei Van Halen, non è entrato nella Rock and Roll Hall of Fame la momento della sua induzione per essere rimasto nel gruppo per meno di tre anni. Nonostante questo, il bassista Michael Anthony durante la cerimonia di induzione lo ringraziò pubblicamente per il suo contributo.

– Gary non si è mai sposato e non ha avuto figli.

Extreme Rock strillo

ultimo aggiornamento: 26-07-2021


Mick Jagger: le curiosità che (forse) non sai su di lui

Chi è Roger Taylor, storico batterista dei Queen