Franco Tozzi: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul musicista pugliese fratello del famoso Umberto Tozzi.

Non tutti sanno che Umberto Tozzi non è l’unico musicista della famiglia. O meglio non lo era. Nel 2024 ci ha infatti lasciati improvvisamente suo fratello, Franco Tozzi, un musicista di talento che ha avuto nel corso della propria carriera meno fortuna rispetto al cantautore di Gloria e Ti amo. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi era Franco Tozzi: biografia e carriera

Franco Tozzi nacque a Rodi Garganico, in provincia di Foggia, il 26 marzo 1944 sotto il segno dell’Ariete. Primogenito di tre figli, lasciò la Puglia con tutta la famiglia quando era ancora bambino per trasferirsi a Torino, città in cui il padre trovò lavoro come guardia notturna.

Umberto Tozzi
Umberto Tozzi

Appassionato di musica fin da ragazzo, lasciò molto presto il lavoro presso lo stabilimento della Lancia per inseguire il sogno di diventare musicista all’interno di un gruppo di giovani, i Pard’s. Il primo passo verso un discreto successo arrivò nel 1964, quando vinse il Festival di Castrocaro con il brano Due case, due finestre.

Grazie anche alla visibilità ottenuta nella manifestazione, venne messo sotto contratto dalla Fonit e nel 1965 partecipò al Festival di Sanremo insieme a Johnny Tillotson, con il brano Non a caso il destino (ci ha fatto incontrare):

Nello stesso anno ottenne un prestigioso secondo posto a Un disco per l’estate, grazie al brano I tuoi occhi verdi, la sua canzone più famosa in assoluto. Costretto a interrompere la sua carriera per rispondere alla chiamata del servizio militare, tornò protagonista poco tempo dopo con il brano Non vorrei volerti bene e quindi prese parte al Festival delle Rose in coppia con Little Tony.

Da qui in avanti il successo iniziò però a scricchiolare. Nel 1967 passò alla Odeon, l’anno dopo firmò con la Carisch, senza trovare i risultati di un tempo. Successivamente cambiò ancora, passando alla Kansas, e mise su un nuovo gruppo, il Franco Tozzi Off Sound. Nella band militava anche il suo fratello minore, Umberto, con il ruolo di chitarrista.

Dopo diversi anni privi di veri successi, verso la metà degli anni Ottanta provò un’avventura italo-disco con il brano Make me crash, ottenendo risultati discreti. A rilanciarne in parte la carriera fu la partecipazione al programma televisivo Una rotonda sul mare di Red Ronnie.

Tornò quindi sulle scene nel 1995 con l’album Ecco perché, in cui la title track era una canzone scritta e composta appositamente per lui da Umberto. In questi anni portò spesso dal vivo anche alcune canzoni del repertorio di Umberto, tra cui Stella stai e Tu.

Negli ultimi anni di carriera aveva riprovato a rilanciarsi anche nei confronti del grande pubblico, cercando anche di partecipare a Sanremo 2019 con il brano I pazzi siete voi. Non venne però ammesso alla gara dalla commissione artistica di allora.

Franco Tozzi: la morte

Franco ci ha lasciati improvvisamente a Cuneo il 29 gennaio 2024 all’età di 79 anni dopo aver lottato per un breve periodo con una tremenda malattia che lo aveva colpito.

Franco Tozzi: la discografia in studio

1995 – Ecco perché…
1996 – Il meglio
1997 – Franco Tozzi Live
1999 – Make Me Crash / Message on the air
2016 – Cinquanta

La vita privata di Franco Tozzi: moglie e figli

Franco si sposò il 26 agosto 1965 con Carmen Novelli, una talentuosa ballerina deceduta a Busca il 3 luglio 2023. Le nozze si celebrarono a Torino, presso la parrocchia della Madonna delle Rose. Il suo testimone fu Mario Scotti, noto bassista.

Leggi anche
Chi era Franco Tozzi, il fratello musicista di Umberto

Sai che…

– Dove viveva Franco Tozzi? Dopo il trasferimento avvenuto da bambino era rimasto in Piemonte.

– Non conosciamo il suo patrimonio.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni di Franco Tozzi, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2024 15:56


Chi è Enrico Melozzi, il direttore d’orchestra più rock di Sanremo

Chi è Payà, il cantante dei Boomdabash con la cresta