Faso: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul bassista degli Elio e le Storie Tese, turnista apprezzato dai più grandi artisti italiani.

Al di là dell’aspetto comico o demenziale della loro musica, è risaputo che gli Elii sono tra i musicisti di maggior talento che abbaino raggiunto il successo nella musica italiana negli ultimi trent’anni. Lo dimostrano artisti come lo stesso Elio o Rocco Tanica, ma anche come Faso, il bassista della band, forse uno dei migliori specialisti nel suo strumento nel nostro Paese. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Faso: biografia e carriera

Nicola Fasani, questo il vero nome di Faso, è nato a Milano il 7 aprile 1965 sotto il segno dell’Ariete. Appassionato di musica fin da ragazzo, ha raggiunto il successo suonando all’interno di band come gli Elio e le Storie Tese, ma nella sua carriera si è unito anche ad altre formazioni.

basso
basso

Ha suonato nella sua carriera anche con i Trio Bobo e la Biba Band, oltre che con i Phazees. Ma nella sua carriera ha dimostrato di essere apprezzato anche dai maggiori protagonisti della nostra musica, da Rossana Casale a Eugenio Finardi, da Mina a Franco Battiato, passando anche per Sergio Caputo.

In particolare, con Silvestri ha suonato in tutti i brani del suo omonimo album e del seguente Prima di essere un uomo. Non solo, è anche presente in canzoni come Salirò e Sempre di domenica, successi del cantautore romano presenti nell’album Unò-dué.

A renderlo un artista così amato sono ovviamente le sue capacità tecniche straordinarie, ma anche una competenza musicale fuori dal comune. Faso è in grado di adattare le sue linee di basso alla musica pop, non risultando mai banale, ma anche a suonare con grande abilità le più complesse linee jazz, fusion o funky, dando ritmo a ogni canzone grazie all’utilizzo di tecniche come thumb e slap.

Oltre che come musicista, comunque, Faso è famoso per aver lavorato come speaker radiofonico, per essere presidente di una squadra di baseball milanese, per essere anche un commentatore di partite di baseball (attualmente per DAZN), per aver lavorato talvolta come doppiatore e per altre attività ancora.

La vita privata di Faso: moglie e figli

Non sappiamo se sia sposato, ma sappiamo che nel 2002 ha avuto un figlio.

Sai che…

– Nell’album Bau di Mina del 2006 ha suonato il basso in canzoni come Nessun altro mai, Alibi, Un uomo che mi ama e Inevitabile.

– All’interno del brano Mio cuggino degli Elii è possibile ascoltare un suo assolo di basso.

– Ma che basso suona Faso? Difficile rispondere. La sua collezione è formata infatti da diversi strumenti, anche se preferisce solitamente uno Yamaha TRB6P a sei corde. Tra l’altro, un basso dalla storia particolare. Fu infatti acquistato dall’artista a un prezzo bassissimo in quanto si trattava di un modello fallato per colpa di un errore del macchinario dedito all’alloggiamento dei pick-up. Un problema importante che non frenò Faso, il quale lo acquistò e lo riparò, scoprendo di aver fatto un vero affarone: il suono del basso si rivelò più che soddisfacente.

– Ama gli Earth, Wind and Fire, band che gli fece scoprire il compianto Feiez.

– Pur essendo mancino, suona il basso da destro. Da batterista invece utilizza l’impostazione da mancino.

– Non ama il calcio.

– Si è dichiarato sempre poco attratto, se non in certi casi disgustato, da generi “estremi” come il metal e il punk.

– Ha origini marchigiane.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-06-2022


In ricordo di Prince, il genio della musica scomparso nel 2016

Chi è Raige, il rapper fratello di Ensi con una partecipazione a Sanremo