Erykah Badu: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sulla cantautrice simbolo del movimento neo soul.

Tra le artiste che hanno reso grande la musica neo soul nella seconda metà degli anni Novanta c’è sicuramente Erykah Badu. Una cantante di straordinario valore, una musicista in grado di lanciare al debutto un album multiplatino, diventando il riferimento per generazioni e generazioni di fan in tutto il mondo e guadagnandosi l’appellativo di “regina del neo soul”. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Erykah Badu: la biografia

Erica Abi Wright è nata a Dallas il 26 febbraio 1971 sotto il segno dei Pesci. Cresciuta con il fratello e la sorella solo con la madre Kollen Maria Gipson, avendo il padre abbandonato la famiglia quando lei era molto piccola, ha trascorso buona parte della sua infanzia con la nonna.

La madre, per motivi di lavoro (attrice teatrale), era infatti spesso costretta a rimanere lontana da casa. Appassionata di musica e nata con il ritmo nel sangue, la piccola Erica già a 4 anni arriva a esibirsi sul palco del Dallas Theatre Centre insieme alla madre, per poi cimentarsi con la pittura e il canto.

Microfono
Microfono

Durante l’adolescenza vive da vicino l’esplosione del fenomeno hip hop. Così, inizia a cimentarsi con alcuni freestyle e si crea il suo nome d’arte, quello con cui oggi tutti la conoscono: Erykah, utilizzando il suffisso “kah” che in egiziano vuol dire “luce interiore“. Dopo essersi diplomata e anche iscritta al college, decide di abbandonare gli studi per dedicarsi esclusivamente alla propria carriera musicale, mantenendosi contemporaneamente con qualche lavoretto qua e là.

Grazie a una prima demo, apprezzata dal produttore Kedar Massenburg, viene messa presto sotto contratto con la Universal e nel 1997 debutta con l’album Baduizm. Il successo è strabordante: debutta al numero 2 in classifica, vende oltre 3 milioni di copie e mette d’accordo pubblico e critica grazie al suo stile raffinato, che fa nascere anche paragoni importanti, come quello con Billie Holiday. Al successo dell’album contribuisce anche il singolo On & On:

Sull’onda di questo successo, pubblica subito anche un album live, capace di vendere oltre due milioni di copie, confermando la nascita di una vera e propria star. In un solo anno riesce infatti a diventare un’artista “multiplatino”, impresa riuscita a pochissimi prima di lei.

Se l’esordio è a dir poco incendiario, non è da meno il prosieguo della sua carriera. Specialmente nei primi anni Duemila, infatti, Erykah rimane una delle cantautrici più apprezzate nel mondo. Il suo secondo album in studio, Mama’s Gun, si mantiene su altissimi livelli, mentre si rivela un azzardo il terzo disco, Worldwide Underground, album sperimentale arrivato dopo un periodo di blocco artistico nel 2003.

Segue un periodo di pausa piuttosto lungo, con cinque anni di silenzio quasi assoluto, prima del suo ritorno sulle scene, nel 2008, con l’ambizioso progetto New Amerykah Part One (4th World War), lanciato contemporaneamente all’ascesa di Barack Obama come primo presidente afroamericano nella storia degli Stati Uniti. Ancora una volta Badu, pur con numeri ridotti rispetto agli esordi, si conferma un’artista in grado far breccia nel cuore del pubblico e vende in poche settimane oltre 500mila copie, grazie anche al singolo Honey:

Cosa fa oggi Erykah Badu? Dopo la seconda parte del progetto New Amerykah ha preferito prendersi un’altra pausa. L’abbiamo vista però, di recente, all’interno di un film, What Men Want del 2019.

Erykah Badu: la discografia in studio

1997 – Baduizm
2000 – Mama’s Gun
2003 – Worldwide Underground
2008 – New Amerykah Part One (4th World War)
2010 – New Amerykah Part Two (Return of the Ankh)

La vita privata di Erykah Badu: marito e figli

Erykah ha avuto una storia importante poco dopo l’inizio della sua carriera con André 3000 degli OutKast. Dal loro amore è nato il suo primo figlio Seven. Nel 2004 ha avuto una seconda figlia Puma, nata dalla relazione con un altro rapper, The D.O.C., mentre nel 2009 è nato il suo terzo figlio, stavolta dalla storia con Jay Electronica. Non si è ancora sposata.

Sai che…

– Ha vinto nella sua carriera, fin qui, ben quattro Grammy.

– Tra i suoi punti di riferimento ci sono Stevie Wonder e Chaka Khan.

– Ha scelto il cognome Badu per fare riferimento al fraseggio “ba-doo”, tipico del jazz. Solo in un secondo momento ha scoperto che in arabo la stessa parola significa “verità e luce”.

– Per il video del singolo Window Seat, girato nella Dealey Plaza di Dallas, ha ricevuto una multa di 500 dollari per essere rimasta completamente nuda in mezzo alla strada.

– Musicalmente s’ispira all’R&B tradizionale, mescolato a sonorità hip hop e jazz.

– Su Instagram Erykah Badu ha un account ufficiale da diversi milioni di fan.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-05-2022


Chi è Blind, il rapper pupillo di Emma protagonista a L’Isola dei Famosi

Che cos’è il grunge, il movimento musicale che ha cambiato la storia del rock