Donatello: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul cantautore di Malattia d’amore e Io mi fermo qui.

Donatello non è solo il nome di uno dei più grandi padri del Rinascimento (o quello di una tartaruga ninja nell’omonimo cartone animato), ma anche il nome d’arte scelto da uno dei cantanti più apprezzati degli anni Settanta, famoso soprattutto per brani come Malattia d’amore. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Donatello: biografia e carriera

Giuliano Illiani, questo il vero nome di Donatello, è nato a Tortona, in provincia di Alessandria, l’11 settembre 1947 sotto il segno della Vergine. Appassionato di musica fin da ragazzo, ha iniziato la sua carriera nei primi anni Sessanta, fondando un gruppo, i The Wanted, di cui si pone come tastierista e cantante. Con questa formazione suona nelle feste di piazza del tortonese e dei comuni più vicini, proponendo un repertorio preso a piene mani dal beat in voga in quegli anni.

Donatello Giuliano Illiani
Donatello Giuliano Illiani

Comincia in quegli anni a suonare anche la chitarra e nel 1968 e nello stesso periodo viene scelto come chitarrista di Gianni Morandi. Rimane al fianco dell’Eterno Ragazzo fino alla fine degli anni Sessanta, partecipando anche a una tournée in America.

Firma nel 1969 un contratto con la Ricordi e per la prima volta partecipa al Festival di Sanremo del 1970 in coppia con i Dik Dik, proponendo il brano Io mi fermo qui, da lui composto:

Nello stesso anno conquista la Gondola d’Argento alla Mostra internazionale di musica leggera di Venezia e lancia subito dopo il più grande successo della sua carriera, il brano Malattia d’amore. Una hit prodotta e arrangiata da Maurizio Vandelli e in grado di issarsi fino al primo posto della classifica dei singoli.

Stella della musica italiana, fonda un gruppo verso la metà degli anni Settanta, e per quattro anni consecutivi partecipa al Festival di Sanremo, non riuscendo però mai ad arrivare alla vittoria. Negli anni successivi lavora alla colonna sonora di diversi film, collaborando in particolare con Gianfranco Manfredi, e sul finire degli anni Settanta lavora con il gruppo folk Canzoniere popolare tortonese.

Artista mai dimenticato dal pubblico, negli anni Novanta torna a esibirsi da solista, e partecipa a numerosi programmi televisivi basati sul revival degli anni d’oro della musica italiana.

Cosa fa oggi Donatello?

Nell’estate 2023 ha preso parte a un concerto evento a Genova per festeggiare i 60 anni di Michele. Un evento a cui partecipano altri artisti importanti quali Aldo De Scalzi, Dino, Oscar Prudente e tanti altri ancora. Inoltre è tornato a farsi vedere in televisione in programmi come Domenica In.

La discografia di Donatello

1970 – Donatello
1975 – Il tempo degli dei 
1978 – A mio nonno ambulante

La vita privata di Donatello: moglie e figli

Durante la tournée americana con Morandi conobbe Armida Stivala, ragazza che sposò nel 1971 a Firenze. I due non hanno avuto figli.

Leggi anche
Chi è Donatello, il cantante di Malattia d’amore

Sai che…

– Nel 1973 ha recitato nel film Diario di un italiano di Sergio Capogna, in cui è presente anche una giovanissima Mara Venier.

– Donatello è anche l’autore dell’inno della squadra di calcio della sua città, il Derthona.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni di Donatello, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2024 16:28


Chi è Marco Conidi, uno dei cantanti dell’Orchestraccia

Chi è Ricky Gianco, il ‘Pete Seeger italiano’