Per il chitarrista dei Queen, Brian May, il Coronavirus è stato causato da chi mangia carne: per questo il futuro dell’umanità sarà nel veganismo.

Per Brian May il Coronavirus è stato causato dal consumo di carne da parte dell’uomo. Vegano da circa tre mesi, l’artista britannico ha detto la sua sul futuro dell’umanità dopo la tragedia del Covid-19. Un futuro che dovrà per forza essere nel veganismo.

Dichiarazioni rilasciate dal leggendario chitarrista al settimanale inglese NME, in un’intervista incentrata quasi totalmente sul male che ci ha colpiti negli ultimi mesi.

Coronavirus, Brian May: “Colpa di chi mangia carne”

Il mondo è stato messo in ginocchio dal Coronavirus, secondo la tesi più comune passato dai pipistrelli all’uomo in un mercato cinese in cui i noti mammiferi volanti venivano venduti come carne da macello.

Per questo Brian pensa che la colpa della pandemia sia da attribuire alla dieta carnivora: “Questa emergenza sembra provenire da persone che mangiano animali e sta diventando sempre più noto che mangiare animali non è la cosa migliore per la nostra salute“.

Brian May
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/BrianMayCom

Brian May e la dieta vegana

Nel futuro, dunque, per prevenire altre situazioni emergenziali di questo genere, sarà necessario diventare vegani. Ne è convinto il chitarrista britannico, che da circa tre mesi ha rinunciato del tutto alla carne.

Il suo è stato un esperimento, essendo da moltissimo tempo un fervente animalista. Spiega Brian: “Diventare vegani è stata solo una mia decisione, e non ho predicato a riguardo, ma ora abbiamo visto che gli effetti del mangiare animali ci hanno messo in ginocchio e penso che sia ora di riesaminare il nostro mondo in modo da non abusare delle altre specie“.

Di seguito il video della sua Resurrection:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/BrianMayCom

TAG:
Brian May coronavirus people

ultimo aggiornamento: 16-04-2020


Coronavirus: addio al jazzista Lee Konitz

Paul McCartney contro i mercati cinesi: “Mangiare pipistrelli è medievale”