Paul McCartney contro i wet market cinesi: mangiare pipistrelli è medievale

Paul McCartney contro i mercati cinesi: “Mangiare pipistrelli è medievale”

Paul McCartney ha parlato del Coronavirus e ha detto la sua sui wet market cinesi, da cui secondo una tesi comune si sarebbe scatenata la pandemia.

Paul McCartney si scaglia contro i mercati cinesi! Intervistato da Howard Stern nella sua trasmissione radiofonica, l’ex Beatle ha espresso il suo pensiero relativo al Coronavirus, affermando che bisogna chiudere i wet market in Cina.

Secondo una tesi comune, infatti, l’origine del virus starebbe nella vendita di alcuni pipistrelli vivi in un mercato di Wuhan. Proprio per questo la voce di Yesterday ha invitato la Cina a cambiare queste abitudini, definite come “medievali“.

Paul McCartney contro i mercati cinesi

Quella del passaggio da pipistrello a uomo del Covid-19 rimane un’iptesi, al momento. Ma al di là di questo, per Paul McCartney la vendita di certi tipi di carne nei mercati cinesi è un qualcosa che non dovrebbe avere luogo nel Ventunesimo secolo.

Spero davvero che il governo cinese si svegli e dica: ‘Ok, gente, dobbiamo fare una virata totale verso le norme igieniche“, ha affermato l’ex Beatle, aggiungendo, “ammettiamolo, mangiare pipistrelli è una cosa medievale. Sembra che la SARS e l’influenza aviaria non ci abbiano insegnato niente, eppure è nato tutto da lì. A cosa è servito? A continuare con queste pratiche medievali“.

Paul McCartney
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/PaulMcCartney/

Paul McCartney chiede la chiusura dei wet market

Per Macca la questione è seria e non va sottovalutata. La presenza di tali mercati potrebbe infatti scatenare nei prossimi anni una sorta di bomba atomica sull’ecosistema e sulla civiltà.

Il ragionamento del cantautore prosegue così: “Capisco che da una parte si dica che la gente lo ha sempre fatto, che questo è il modo in cui fanno le cose, ma da sempre esiste la schiavitù. Arriva quel momento in cui tutto deve cambiare. Tuttavia stiamo vedendo che c’è un sacco di gente unita. Ci stiamo accorgendo che nell’umanità c’è ancora tanto bene che grazie a Dio oggi viene mostrato“.

Insomma, la linea di pensiero dell’ex Beatle, da anni vegetariano e animalista, è molto simile a quella del collega Brian May, che ha sostenuto negli ultimi giorni la necessità di una trasformazione delle nostre abitudini alimentari, che devono tenedere al veganismo.

Di seguito l’audio della sua Home Tonight:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/PaulMcCartney/

ultimo aggiornamento: 16-04-2020