Alcuni gruppi hanno dei nomi così difficili da pronunciare che si trova difficoltà a parlarne. Tu sapresti identificarli senza problemi di pronuncia?

Di tutti i modi comuni per nominare una band (giochi di parole, nomi casuali e altro), uno dei più ardui è quello di scegliere una denominazione totalmente impronunciabile. Probabilmente i gruppi che percorrono questo cammino vogliono entrare nel Guinness dei Primati, eppure il nome della band funge da carta di identità della loro attività musicale. Scopriamo insieme le cinque band che hanno scelto nomi davvero eclettici e sostanzialmente impronunziabili, in barba a qualsiasi regola discografica e di marketing.

Band dal nome impronunciabile

Iniziamo la nostra lista con gli !!!, gruppo dance-punk di Brooklyn emersi – sulla scena musicale – intorno al 2000. A loro difesa, dissero che il il loro nome si poteva semplicemente pronunciare, esclamando tre volte il punto interrogativo. Semplice, no?

Ci sono poi i ∆. Direte, “ma come si pronuncia il nome di questa band?“. Bella domanda. Questo è il vero nome degli Alt-J. Se digitate, infatti, tale combinazione sulla tastiera del computer, vi comparirà proprio il criptico simbolo.

Ci sono, poi, i ttttttttttttttttttttt. Non abbiamo digitato, per errore, una serie di t sulla tastiera, questo è il vero nome di un gruppo che ha voluto giocare decisamente con questa lettera dell’alfabeto. Dal punto di vista del marketing, forse non è la scelta più raffinata, ma spesso questo duo di Montreal – che propone brani folcloristici – viene definito semplicemente con una sola lettera T, per comodità, se così vogliamo dire.

concerto
concerto

Band con nomi impossibili da pronunciare: †‡† e SHXCXCHCXSH

Gli † ‡ † fanno parte della cosiddetta scena della witch house di fine anni Duemila. Noti anche col nome Ritualz, hanno scelto un nome davvero impronunciabile come altre band dello stesso genere come /// ▲▲▲ \\, oOoOO e M △ S▴C △ RA.

Il video della band:

Infine, citiamo gli SHXCXCHCXSH. Questo duo svedese produce inquietante techno ambient da ascoltare nei boschi di notte. Il loro EP , Rösten, rappresenta tutto il loro materiale più dancefloor. Nel 2016, hanno pubblicato un album degno del nome che portano: SsSsSsSsSsSsSsSsSsSsSsSsSsSsSs.


Le migliori canzoni dei Queen scritte da John Deacon

Chi è Frank Ocean, la stella dell’R&B che ha fatto coming out