Arisa: “Se esco con un uomo gli chiedo subito se è gay”

Perché i Green Day si chiamano così?

Arisa si lascia andare a rivelazioni importanti con Selvaggia Lucarelli: “Il mio fidanzato? Mi accerto sin da subito che non sia gay”

Arisa e le situazioni sentimentali. Una storia spinosa. In un’intervista a Selvaggia Lucarelli sul Fatto quotidiano la cantante ostenta un temperamento deciso, rilasciando una dichiarazione indimenticabile: “Agli uomini chiedo subito se sono eterosessuali, perché dopo i trent’anni non c’è da perdere tempo. La verità è che io vorrei degli uomini più intraprendenti, più decisi. Quando mi scrivono ‘Ti amo’ su Facebook mi fanno sorridere, come faccio a crederci? Mi devono vedere la mattina quando mi sveglio per decidere se mi amano. L’altra sera avevo scritto un lungo post ma poi l’ ho riletto e per fortuna l’ ho cancellato. Parlavo della gente che mi ha insegnato qualcosa, ma poi avrei dato importanza a persone che forse non meritano e mi sono fermata in tempo”.

Arisa attaccabrighe? E’ tutto vero:

Arisa è sempre stata vista come una persona sui generis e un po’ litigiosa. La donna dalle strane decisioni e dai discutibili look. Sulla sua nome di attaccabrighe, la cantante dice: “E’ tutto vero” e spiega perchè: “A me piacciono le cose fatte bene, sono esigente e voglio persone accanto a me entusiaste. Io ho fatto tanti lavori nella mia vita e non mi sono mai sentita stanca o demotivata. Se qualcuno attorno a me mi chiede ‘Non sei stanca?”  io quella gente la elimino perché mi toglie le energie, mi demotiva”. Certamente, non si può dire che la cantante non abbia un certo caratterino e non sappia quel che vuole.

Arisa dice: “Nessuno dovrebbe essere il mio fidanzato”

Del resto, i lati peggiori del suo carattere ce li ha svelati proprio lei in un post su Facebook in cui la cantante spiega perchè nessuno dovrebbe essere il suo fidanzato: “Ecco perché a volte dico che nessuno vorrebbe essere il mio fidanzato, nei momenti di difficoltà divento un po’ provocatoria. Non l’ho mai negato e me ne vergogno poco perché è una sorta di strategia. Tra l’altro io il mio ex lo avevo avvisato che litigando avrei proseguito con l’adrenalina a mille incazzata con lui e incurante del vuoto sotto i miei piedi. Volevo mi trattasse male.. Ognuno ha le sue.. Comunque poi mi faccio perdonare. Passata la bufera torno Ros, meglio di prima.. Sempre bruttina ma un po’ più dolce”.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-03-2016

Chiara De Gennaro

Per favore attiva Java Script[ ? ]