Achille Lauro diventa Gesù nella Pietà di Michelangelo: il video

Achille Lauro cita la Pietà di Michelangelo e diventa il Cristo morto

Achille Lauro diventa Gesù nella Pietà di Michelangelo: ecco il video pubblicato su Instagram dall’artista romano.

Achille Lauro ci ha preso gusto. Dopo aver stupito tutti con i quattro travestimenti mostrati sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo 2020, l’artista romano ha proposto ai fan un altro travestimento molto ardito sul suo account Instagram per annunciare l’arrivo del proprio nuovo tour.

Stavolta l’ex rapper ha deciso di vestire i panni di… Gesù! Un travestimento che molti avevano ipotizzato già per la serata finale del Festival, ma che invece l’artista ha tenuto da parte per regalare ancora più visibilità alle date dei propri concerti.

Achille Lauro è Gesù nella Pietà di Michelangelo

Nel video postato sui social da Lauro, l’artisfta veste i panni del Cristo morto nella Pietà di Michelangelo, mentre la Madonna è la ballerina Elena d’Amario.

Alla fine di un lungo post, l’artista si è firmato con il titolo del suo primo album, datato 2014, ovvero Achille Idol-Immortale. E ha dato appuntamento ai fan alle 16 del 21 febbraio per un annuncio riguardante il tour.

Achille Lauro
Achille Lauro

Achille Lauro cita la Pietà di Michelangelo

Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me“. Questo l’incipit del post pubblicato da Lauro che, tra sacro e profano, continua a stupire i propri fan.

Nel continuo del suo messaggio l’artista romano scrive che le sue preghiere sono diventate poesie, le sue poesie canzoni e le sue canzoni opere che inneggiano alla libertà, come passi di un vangelo. “Non è più tempo di sopravvivere come una volta. È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità“.

Insomma, sembra proprio che stia per iniziare un nuovo percorso artistico per Lauro, che in qualche molto rinnega quel che è stato per dare maggior risalto a quel che sarà. Cosa ci aspetta? Lo scopriremo presto. Intanto, ecco la clip pubblicata dal cantuatore di Me ne frego e nuovo direttore artistico di Elektra:

ultimo aggiornamento: 21-02-2020