La cantautrice irlandese posta sulla sua pagina ufficiale di Facebook la decisione di non cantare più la sua più celebre canzone. La sincerità di Sinead O’Connor porta alla delusione nei suoi fan.

Un sacrilegio, cara Sinead O’Connor. Permettici questa nostra piccola esternazione. La cantautrice irlandese, di cui si ricordano i tanti successi e i look e le opinioni controversi, ha deciso di rinunciare per sempre alla sua hit più celebre, quel “Nothing compares 2 U” che l’ha resa popolare in tutto il pianeta. Incredibile! Come se Vasco non cantasse più “Albachiara“, o Eros ramazzati “Adesso Tu” o ancora, se vogliamo rincarare la dose, come se i Litfiba non cantassero più “El Diablo“. Che Sinead fosse stravagante lo sapevamo da tempo ma giungere a questa incredibile decisione, nessuno dei suoi fan se lo poteva aspettare. L’annuncio è arrivato tramite il suo profilo Facebook: “Non canterò più Nothing compares 2 U. La prima cosa che ho imparato come cantante è che non si deve mai cantare un brano con il quale non ci si identifichi emozionalmente. Dopo aver passato 25 anni a cantarla, 9 mesi fa ho sentito che mi manca qualcosa per dare emozione al brano. Lo dico ora perché non voglio deludere il pubblico che quando verrà ai miei concerti non potrà più ascoltarla. Se dovessi cantarla solo per far contente le persone, non farei bene il mio lavoro che è anche dare emozioni. Mentirei. Ascoltereste una bugia. Sono stata educata all’onestà. Non posso fare il contrario, non è quello che voglio. Negli anni, ho smesso di cantare altre canzoni per lo stesso motivo”. “Nothing compares 2 U“, per quei pochi al mondo che non la conoscessero, è una ballata romantica incentrata sul dolore di un amante abbandonato. Il brano conquistò il primo posto delle hit parade americana, britannica, italiana, tedesca, svedese, svizzera, austriaca, irlandese, australiana e neozelandese, affascinando anche la rivista “Rolling Stone”, che l’ha piazzata nel 2004 alla 162esima posizione nella lista delle 500 canzoni più belle di tutti i tempi. Spettacolare o meglio suggestiva la sua clip che allora venne girata a Parigi e quasi interamente imperniata sul viso della cantante. Il video fu premiato come migliore del 1990 agli “Mtv Video Music Awards“.


Kiesza nuovo lavoro con i Duran Duran

Io sono, il singolo d’esordio di Paola Turci