Salmo, nuova musica: il rapper sardo annuncia il proprio ritorno sui social. Ecco in cosa potrebbe consistere il suo nuovo progetto.

Basta poco a uno come Salmo per far rumore. Il rapper sardo ha fatto un grandissimo regalo di Natale ai propri fan annunciando il proprio ritorno semplicemente con un post Instagram e una data: 8 gennaio. Tanto è bastato per mettere in allerta tutti quanti: il 36enne artista simbolo di Machete sta per tornare con nuova musica. Sarà il tempo di un nuovo intero album o semplicemente di un nuovo singolo inedito?

Salmo: nuova musica in arrivo

Il countdown è iniziato. La data da segnare sul calendario è quella dell’8 gennaio. Il primo venerdì dopo l’Epifania, che tradizionalmente tutte le feste porta via, sarà quello del grande ritorno del rapper sardo.

Salmo
Salmo

Ma cosa bolle in pentola? Al momento l’artista non ha svelato ulteriori indizi. Potrebbe essere una nuova canzone, ma un eventuale nuovo album a sorpresa non stupirebbe più di tanto. Il suo ultimo lavoro sulla lunga distanza è infatti Playlist, datato ormai novembre 2018. Di tempo ne è passato, e una nuova prova del rapper sardo è quanto si augurano maggiormente i fan. Di seguito il post:

Salmo: cosa ha fatto nel 2020

Di certo l’anno del Covid non è stato di completo stallo per il rapper sardo. Se nel 2019 aveva completato il proprio exploit dando alle stampe con la Machete Crew il famigerato Machete Mixtape 4, disco da record, nel 2020 si era dedicato a collaborazioni importanti con Ghali, Dani Faiv, Vegas Jones, Dark Polo Gang, Emis Killa, Jake La Furia, Fabri Fibra e poi ancora con Slait e Young Miles, facendo girare sempre il proprio nome, costantemente. Ha inoltre lanciato la sua etichetta discografica, Lebonski 360°. Insomma, è stato più che operativo, ma adesso è pronto a rilanciarsi con un nuovo progetto. Il countdown è iniziato: non resta che aspettare.

Di seguito la sua Lunedì:

TAG:
salmo strillo

ultimo aggiornamento: 28-12-2020


Sanremo 2021, ipotesi bolla su una nave da crociera: scoppia la polemica

Le canzoni più brutte del 2020 per il New York Post