La cospicua somma che i membri dei Queen guadagnano al giorno con Bohemian Rhapsody, biopic del 2018, con protagonista Rami Malek.

Bohemian Rhapsody ha fatto guadagnare una bella somma ai membri dei Queen: 900 milioni di dollari, infatti, sono finiti nelle tasche di Brian May, Roger Taylor, John Deacon e degli eredi di Freddie Mercury. Secondo Music News, il gruppo ha più che raddoppiato le sue entrate dall’uscita del film. L’anno scorso, il batterista dei Queen, Roger Taylor, ha confermato che è alquanto improbabile che venga realizzato un sequel del film biografico, opinione confermata anche da Brian May. Ogni giorno, grazie al film, il gruppo guadagna migliaia di sterline.

Freddie Mercury e Brian May dei Queen
Freddie Mercury e Brian May dei Queen

Queen, i guadagni stratosferici derivati da Bohemian Rhapsody

Quando i Queen pubblicarono per la prima volta Bohemian Rhapsody come singolo, il 31 ottobre 1975, fu un disastro. Le recensioni furono brutali. La band fu ridicolizzata. Anche la loro casa discografica non aveva fiducia nella canzone. Ora, però, è considerata una delle canzoni rock di riferimento di tutti i tempi. Una volta raggiunto questo stato, non puoi impedire al denaro di scorrere. Secondo alcune nuove stime dal Regno Unito, i Queen guadagnano più di 100.000 sterline al giorno grazie al brano. Al giorno, avete letto bene. Queste entrate includono i ricavi del biopic omonimo. Il video:

Rilasciato nel 2018, Bohemian Rhapsody con Rami Malek, ha diviso fan e critici. Ha esplorato l’infanzia del defunto frontman, dalla formazione dei Queen alla ricerca di una carriera da solista. Dove sono finiti i soldi di Freddie? La sua ex compagna, Mary Austin nonché amica fino alla fine dei suoi giorni, ha guadagnato circa 7 milioni di sterline, anche se non fa parte dell’impero commerciale della band e non ha nulla a che fare con il film.

Bohemian Rhapsody ha guadagnato oltre 900 milioni di dollari (654 milioni di sterline) al botteghino e, secondo i nuovi resoconti di Music News, il patrimonio della band – composta da Brian May, Roger Taylor e John Deacon – nonché quello di Mercury, hanno avuto un’impennata incredibile, dopo l’uscita del film.

Bohemian Rhapsody avrà un sequel?

L’anno scorso, Brian May dei Queen ha discusso sul un potenziale sequel di Bohemian Rhapsody, dicendo che lui e i realizzatori “non pensano davvero che ci sarà un altro film lì” nonostante lo abbiano “guardato abbastanza seriamente”. Nell’anno successivo alla sua uscita, Bohemian Rhapsody si è rivelato essere l’home video più venduto nel Regno Unito nel 2019.

Nel frattempo, la canzone – che ha dato il titolo al film – è diventata la prima canzone in assoluto di una band britannica ad essere certificata “diamante” negli Stati Uniti. La certificazione, assegnata dalla Recording Industry Association of America (RIAA), arriva dopo che il brano ha raggiunto le 10 milioni di vendite o l’equivalente in streaming negli Stati Uniti.

TAG:
queen

ultimo aggiornamento: 11-07-2021


Raphael Gualazzi tour 2021: date e biglietti dei concerti

Coez, le migliori canzoni: da La musica non c’è a Barceloneta