A Central Park a New York è previsto per il 21 agosto un concerto evento per festeggiare il ritorno alla normalità post Covid: prevsite 60mila persone.

La pandemia, simbolicamente, a New York finirà in una data precisa: il 21 agosto. Per questa gioranta è stato infatti annunciato un concerto evento straordinario che avrà il solo obiettivo di celebrare la ‘riapertura’ della città, con la partecipazione di tantissimi big della musica internazionale. Tra i tanti, anche il nostro Andrea Bocelli. Andiamo a scoprire tutti i dettagli su questo straordinario evento.

NYC’s Homecoming Concert: tutti i cantanti protagonisti a Central Park

Ce ne sarà per tutti i gusti a Central Park, dalla lirica al rock, senza dimenticare le star del pop e soprattutto dell’hip hop, uno dei generi più amati negli Stati Uniti. L’elenco è (quasi) sterminato: Andrea Bocelli, LL Cool J, Elvis Costello, Earth, Wind & Fire, Jennifer Hudson, Wycleaf Jean, Journey, The Killers, Polo G, Carlos Santana, Paul Simon, Patti Smith, Bruce Springsteen.

Bruce Springsteen
Bruce Springsteen

Una vera e propria parata di stelle, arricchita anche dal pianista jazz Jon Batiste, il cantante country Kane Brown, la star dell’R&B Babyface, l’attrice e cantante Cynthia Erivo, i conduttori Jimmy Fallon e Gayle King, la New York Philharmonic e tanti altri ancora.

Un concerto a New York da 60mila spettatori

Il concerto Homecoming è stato organizzato da Clive Davis con Live Nation e si terrà nel prato centrale del celeberrimo Central Park. Saranno ammessi solo spettatori vaccinati, sarà gratuito e dovrebbe prevedere l’ingresso di ben 60mila persone. Numeri importantissimi per il periodo pandemico, anche se si resta lontanissimi dai record di Central Park. In questa sede hanno infatti avuto luogo concerti da 800mila persone, come quello del luglio 1986 della New York Philharmonic, o quello da 500mila di Simon & Garfunkel nel 1981.

strillo

ultimo aggiornamento: 27-07-2021


Måneskin in tour, nuove date in Italia e non solo: il calendario completo

Slipknot, le canzoni più belle: da Duality a Before I Forget