Mick Jagger dei Rolling Stones celebra il 150esimo compleanno della Royal Albert All. Saranno proiettati filmati risalenti al 1933, alcuni dei quali inediti.

Per dare il via ai festeggiamenti per il 150° anniversario della Royal Albert Hall, è stato rilasciato un cortometraggio narrato da Mick Jagger. Il frontman dei Rolling Stones legge dalla poesia di W.H. Auden, For Friends Only, nella clip di 90 secondi, un tributo emotivo alla musica dal vivo dopo un anno di assenza. Il film, diretto da Tom Harper, alterna immagini toccanti del luogo vuoto con più di 40 filmati d’archivio di concerti risalenti al 1933, alcuni dei quali mai visti prima.

Mick Jagger
Mick Jagger

Mick Jagger celebra i 150 anni della Royal Albert Hall

Un nuovo cortometraggio, intitolato Your Room Will Be Ready, contenente rari filmati risalenti agli anni ’30, alcuni mai visti prima, è stato appena pubblicato per celebrare il 150° anniversario della Royal Albert Hall di Londra. Narrato da Mick Jagger dei Rolling Stones che legge una poesia di W. H. Auden, intitolata For Friends Only, il film ripercorre la leggendaria storia della Hall e promette al pubblico futuro molte altre esperienze memorabili.

Ecco il filmato:

Craig Hassall, CEO, Royal Albert Hall ha dichiarato: “È una notizia fantastica che il programma di vaccinazione [in Inghilterra, ndr] stia andando così bene e che il paese stia facendo dei passi verso la riapertura. Sarebbe gradito fissare una data di riapertura al 17 giugno“.

La clip, diretta da Tom Harper, propone immagini emozionanti del posto vuoto, a causa della pandemia di Coronavirus, che ha costretto teatri e cinema alla chiusura.

Il concerto dei Rolling Stones alla Royal Albert Hall

Jagger si è detto molto felice di essere stato invitato a narrare. “Senza dubbio, la Royal Albert Hall è una delle più grandi sale da concerto del mondo“, ha detto. “quindi sono stato felicissimo di essere stato invitato a leggere una breve poesia di W.H. Auden come parte di questo eccellente cortometraggio di Tom Harper“.

Il frontman dei Rolling Stones, infatti, ricorda bene il concerto che ha tenuto nel 1966 con la sua band, luogo in cui ebbe luogo una piccola rivolta. Norrie Drummond ha scritto nella sua recensione per il New Musical Express: “Keith Richards è stato sbattuto a terra, Mick è stato quasi strangolato, mentre Brian Jones e Bill Wyman avevano alle calcagna dozzine di fan. Charlie Watts sedeva in silenzio dietro i suoi tamburi a guardare la scena“.

Il regista Tom Harper afferma che il film “non è solo una celebrazione delle esibizioni del glorioso passato della Hall, ma rappresenta anche il senso di anticipazione di alcune delle cose da aspettarsi quando potremo stare di nuovo insieme“.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 27-02-2021


Franco Battiato e la malapolitica: il significato di Povera Patria

La Rappresentante di Lista, le migliori canzoni: da Questo corpo a Lento