Manuel Agnelli parla di Sanremo e di televisione, dopo il ritorno a X Factor: ecco le sue dichiarazioni in un’intervista a Il Messaggero.

Manuel Agnelli torna a parlare a poche settimane dalla fine della sua ennesima avventura a X Factor. Nel 2020 il cantante degli Afterhours è riuscito a portare fino al secondo posto un duo rock potente ed energico, i Little Pieces of Marmelade. Una piccola impresa che apre le porte a una svolta nel mondo della musica. Svolta che si intravede anche nel cast di Sanremo, kermesse che lo ha visto protagonista nel 2009 come concorrente insieme alla sua band, e nel 2019 come ospite di Daniele Silvestri e Rancore (oltre che co-autore del brano Argentovivo). In vista del prossimo Festival, ecco alcune sue dichiarazioni su quello che definisce un vero “circo“.

Manuel Agnelli parla di Sanremo

Intervistato da Il Messaggero, il cantautore milanese ha raccontato cosa è Sanremo per lui: “Si tratta di un circo che conosco bene. Svolti se porti te stesso e la tua estetica. Sono contento che la scena indipendente sia uscita dal ghetto: ci eravamo reclusi per paura della tv“.

Manuel Agnelli degli Afterhours
Manuel Agnelli degli Afterhours

Anche per questo motivo il leader degli Afterhours applaude l’ingresso nel cast di artisti come La Rappresentante di Lista, Coma_Cose ed Extraliscio con Davide Toffolo.

X Factor: Manuel Agnelli e il ritorno in tv

Nel corso dell’intervista Agnelli non può però non parlare del suo ritorno a X Factor, dopo essersene andato due anni fa sbattendo la porta. Cosa lo ha portato a tornare sui suoi passi? Ecco la sua risposta: “La voglia di dimostrare che c’è altro oltre i tormentoni da una stagione. La produzione mi ha dato l’occasione di raccontare una visione della musica lontana dalle logiche dei numeri e del risultato a tutti i costi“.

Una sfida che secondo lui è stata assolutamente vinta. I Little Pieces of Marmelade, arrivati al secondo posto, non sono infatti proprio una proposta classica dei talent. Per questo è stato un trionfo: “Ha dimostrato che il pubblico è curioso, anche se tv e radio propinano le solite cose, rendendo il mercato asfittico“.

Parlando ancora di televisione, Agnelli ha aggiunto: “Ti cannibalizza, ti sporca. Nel mio caso no, perché sono sempre stato abile a sfruttarla per veicolare i miei valori“. E in chiusura, la mezza notizia che rende felici i fan. Dopo aver condotto un approfondimento musicale su Rai3 in seconda serata negli ultimi anni, in futuro potrebbe esserci forse anche una prima serata. Staremo a vedere.

Di seguito One Cup of Happiness dei LPOM:

TAG:
Manuel Agnelli strillo

ultimo aggiornamento: 27-12-2020


Ennio Morricone: in arrivo la colonna sonora di I due evasi di Sing Sing

Premio Tenco 2020 su Rai 3: la scaletta dell’evento