Dj Ringo di Virgin Radio ha commentato l’ascesa dei Måneskin, definendoli addirittura “terrificanti”: il motivo.

I Måneskin stanno conquistando giorno dopo giorno sempre più fan. In tutto il mondo le persone sembrano impazzire per Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan, per le loro vite e la loro musica, rigorosamente rock. Ma c’è chi non si fa abbindolare dai numeri, a quanto pare. Come Dj Ringo. Il noto speaker e direttore di Virgin Radio continua a non avere in simpatia i quattro ragazzi romani. Ed è un eufemismo. Intervistato dal Corriere della Sera, parlando della musica di oggi, è infatti andato all’attacco, bocciando totalmente la band romana con un aggettivo lapidario: “Terrificanti“.

Dj Ringo attacca i Måneskin

Ama il rock e ama il mondo della Radio, Ringo, e questo lo sappiamo. La sua avversione per il pop mainstream però, pur non essendo una novità, è ben più profonda di quanto ci si potrebbe attendere da un personaggio del mondo dello spettacolo. Invece, il dj non ama girare attorno alle questioni e parla senza peli sulla lingua anche di personaggi importantissimi della musica italiana: “Il pop è pieno di trapper, di poser, di gente in posa. Posso dirlo? Il panorama attuale mi fa cagare. Ho sentito Viola di Fedez e Salmo, non si offendano, ma è terrificante. Poteva farla Orietta Berti“.

Rachele Sangiuliano e DJ Ringo
Rachele Sangiuliano e DJ Ringo

Le parole più dure e severe, però, le riserva per Damiano e compagni, forse anche perché da tutte le parti etichettati come band rock a tutti gli effetti: “Sono terrificanti, un surrogato di un prodotto di marketing. Non hanno nulla di vero, nemmeno il reggicalze. Mi dispiace e sono pronto a ricredermi… Per fare rock ‘n’ roll c’è una cosa molto importante: non puoi essere un poser. La risposta è Iggy Pop. Mi aspetto un pezzo vero“.

Leggi anche -> Chi è DJ Ringo, il dj più rock d’Italia

Per Ringo è impossibile che una vera rockstar partecipi a Sanremo, è impossibile che partecipi a un talent. Quei mondi non sono rock, perché il rock, a suo dire, ha regole ben precise, integraliste, che vanno rispettate, anche quando non suoni la chitarra. Per lui sono più rockstar James Dean, Humphrey Bogart e Marilyn Monroe che non i Måneskin.

Le trasgressioni di Ringo

Nell’intervista il direttore creativo di Virgin Radio ha parlato anche della sua vita, dei soldi sperperati (si parla di milioni di euro, ma non se ne pente), di viaggi per dodici persone alle Bahamas, interamente offerti da lui, e anche di grandi trasgressioni. “Sono sempre stato attratto dal sesso e dalle donne, da un’orgia, qualcosa di viscerale…“, spiega il dj, aggiungendo: “Poi è arrivato l’Aids a rovinare tutto. Vivevo di notte, era fantastico: amici veri, pochi soldi, divertimento puro che finiva sempre con qualche ragazza, o nei motel o al parco“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Maneskin Rock strillo

ultimo aggiornamento: 07-11-2022


Il tour di Biagio Antonacci è partito: la scaletta dei concerti dell’artista milanese

Il significato di Fuori, il primo inedito di NDG ad Amici