50 anni fa usciva Good Times Bad Times, il primo singolo dei Led Zeppelin

Good Times Bad Times dei Led Zeppelin: storia, curiosità e significato del primo singolo della band.

Il 10 marzo 1969 veniva pubblicato negli Stati Uniti il primo singolo dei Led Zeppelin, Good Times Bad Times. Un brano che anticipava di pochi giorni la pubblicazione dell’album Led Zeppelin nel Regno Unito (negli Stati Uniti il disco era già uscito da due mesi).

Unico estratto dall’album di debutto, una pietra miliare della storia della musica, non fu un singolo di particolare successo (arrivò alla posizione 80 della Billboard Hot 100), ma diede di fatto inizio all’epopea straordinaria della band hard rock più amata di tutti i tempi.

Led Zeppelin, Good Times Bad Times: storia e significato

La canzone, un pezzo hard rock sostenuto da un riff granitico e spiazzante, venne resa unica per l’utilizzo da parte di Jimmy Page di un amplificatore Leslie sulla chitarra. Il Leslie era infatti generalmente utilizzato per gli orgnani Hammond.

Led Zeppelin
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ledzeppelin/

La performance di tutti gli interpreti è da urlo fin da questo primissimo brano, che tra l’altro apre l’album di debutto. In particolare colpisce il drumming incredibilmente tecnico ed energico di John Bonham, che sul finale riesce già a lasciare tutti a bocca aperta per la rapidità dei suoi colpi di cassa (singola).

Il testo, scritto dal cantante Robert Plant, non è forse dei migliori, ma risulta di facile comprensione. L’artista racconta una storia d’amore finita male, ma non si limita a questo, descrivendo anche il suo desiderio di diventare uomo per affrontare tutte le difficoltà della vita. Perché in fondo, essere adulti vuol dire sapersela cavare sia nei periodi belli che in quelli brutti.

Ascoltiamo insieme Good Times Bad Times:

6 curiosità su Good Times Bad Times

-La b-side del singolo era Communication Breakdown.

John Paul Jones ha dichiarato che il suo riff di basso è forse il più difficile della carriera.

-È stata suonata raramente dal vivo dalla band.

-Lo stesso effetto utilizzato da Page si ritrova nella quasi contemporanea Badge dei Cream, il gruppo di Eric Clapton.

-Per registrare anche i suoni ambientali, Page piazzò diversi microfoni in giro per lo studio.

-La cover più famosa di Good Times Bad Times è stata pubblicata dagli americani Godsmack nel 2007.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/ledzeppelin/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-03-2019