A tutto Ermal Meta: ascolta le migliori canzoni del Lupo di Fier

Da promessa a vera e propria stella della musica italiana, negli anni ha saputo conquistarsi il suo spazio, fino alla vittoria di Sanremo 2018: ecco le migliori canzoni di Ermal Meta.

Tre dischi con la sua prima band, La fame di Camilla, e altrettanti pubblicati durante il corso della sua carriera solista: Ermal Meta, compositore e polistrumentista di origini albanesi, è oramai entrato nel cuore degli italiani, grazie soprattutto ai suoi testi veri, intensi e ricchi di profondità. Un uomo che canta l’amore e la pace, e che ha coronato la sua carriera con la vittoria a Sanremo 2018 in coppia con l’amico e collega Fabrizio Moro.

Le migliori canzoni di Ermal Meta

Scopriamo insieme le migliori canzoni del Lupo di Fier, dai suoi esordi come solista fino alla partecipazione al Festival di Sanremo 2018.

Ermal Meta: Tutto si muove

Cominciamo con una chicca, così, per depistare un po’. Si tratta di un inedito di Ermal Meta uscito nel 2014 dal titolo Tutto si muove. Se conoscete a memoria la discografia del cantante, allora saprete che questa traccia non è inclusa nei suoi tre album, bensì nella raccolta Braccialetti Rossi, curata da Niccolò Agliardi. Ecco la canzone:

Ermal Meta: Odio le favole

Eccoci al primo album del cantante, Umano. Ermal Meta incomincia la sua carriera solista con un esordio coi fiocchi e presenta il singolo Odio le favole a Sanremo giovani 2015, grazie al quale riuscirà a partecipare all’edizione del Festival di Sanremo dell’anno dopo nella categoria nuove proposte. Ecco il video:

Ermal Meta: Vietato Morire

Il terzo brano che abbiamo selezionato è del secondo disco del cantante, e si tratta della title track: Vietato morire. Un pezzo intenso, duro, con un testo che indaga il difficile tema della violenza domestica, ma che riesce a concludersi con un grido di speranza, che Meta dedica alla madre. C’è molto di autobiografico in questo pezzo, e la sua interpretazione lo ha portato anche a classificarsi al terzo posto a Sanremo 2017. Andiamo a riascoltarlo insieme:

Fabrizio Moro e Ermal Meta: Non mi avete fatto niente

Non potevamo non concludere con i vincitori di Sanremo 2018. Meta e Moro sbancano l’Ariston con la loro Non mi avete fatto niente, pezzo dal titolo provocatorio e che vuole essere un inno contro la paura e il terrorismo. La canzone sarà anche accusata di plagio e rischierà di essere eliminata dal concorso, ma alla fine ribalterà ogni pronostico, portando i due sul podio, al primo posto. Ecco il video del pezzo:

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-08-2018

Lorenzo Martinotti