Le migliori canzoni che hanno vinto il premio Oscar

Le migliori canzoni da premio Oscar

Oscar alla Miglior canzone originale: i brani che hanno fatto la storia del cinema e della musica.

La notte degli Oscar è la più attesa dell’anno per il mondo del cinema, ma in parte anche per quello della musica. Dal 1935 c’è infatti un premio che molti artisti sognano al pari dei Grammy Award: la statuetta per la Miglior canzone orignale.

Nel corso degli anni sono tantissimi i capolavori premiati ed entrati nella storia della musica. Andiamo a riscoprirli insieme.

Celine Dion
Celine Dion

Le migliori canzoni che hanno vinto il premio Oscar

Dagli standard jazz e pop degli inizi fino alla grande varietà degli ultimi anni, sono davvero tante le canzoni che si sono aggiudicate il premio Oscar e sono poi entrate nella storia della musica. A volte si tratta di canzoni scritte da autori poco famosi, altre volte di brani firmati da nomi prestigiosi. Ecco qui le più famose.

Le migliori canzoni degli Oscar anni Trenta

Nelle prime cinque edizioni dei premio Oscar alla miglior canzone originale vennero premiate canzoni divenute all’epoca un vero standard, ma che negli anni più recenti sono state un po’ dimenticate. La primissa canzone a vincere fu nel 1935 The Continental di Con Conrad e Herb Magidson, tratta da Cerco il mio amore.

Il brano forse più significativo di questi anni è però Thanks for the Memory, scritta da Ralph Raigner e Leo Robin e tratta da The Big Broadcast of 1938. La riascoltiamo in questa versione di Ella Fitzgerald. Ecco Thanks for the Memory:

Le migliori canzoni degli Oscar anni Quaranta

Il decennio degli Oscar degli anni Quaranta si aprì con due canzoni destinate a diventare leggendarie: nel 1940 Over the Rainbow di Harold Arlen ed E.Y. Harburg, tratta da Il mago di Oz; nel 1941 When You Wish Upon a Star di Leigh Harlin e Ned Washington, da Pinocchio.

Forse il brano più famoso tra quelli premiati in questo decennio fu però White Christmas di Irving Berlin, da La taverna dell’allegria, nel 1943. Un pezzo leggendario divenuto poi un vero classico di Natale. Lo riascoltiamo insieme:

Le migliori canzoni degli Oscar anni Cinquanta

La nuova musica degli anni Cinquanta, con l’avvento del rock and roll, non conquistò subito l’Academy. Nel corso del decennio non vi furono infatti brani molto distanti dai classici jazz-pop del passato, come Baby, It’s Cold Outside premiata nel 1950.

La più celebre canzone da Oscar degli anni Cinquanta fu però Que sera, sera (Whatever Will Be, Will Be), musica e testo di Jay Livingston e Ray Evans, dal film L’uomo che sapeva troppo. Riascoltaimola insieme:

Le migliori canzoni degli Oscar anni Sessanta

Anche nel decennio degli anni Sessanta, quello dei Beatles per intenderci, l’influsso della musica commerciale non si fece sentire più di tanto nei brani simbolo delle colonne sonore.

Il brano più importante di questi dieci anni fu senza dubbio la splendida Moon River di Colazione da Tiffany, scritta Henry Mancini e Johnny Mercer e premiata nel 1962. Un pezzo celeberrimo che si adattava perfettamente alla voce delicata della divina Audrey Hepburn.

Le migliori canzoni degli Oscar anni Settanta

Più interessante per alcuni aspetti il decennio anni Settanta. Ad aprirlo Raindrops Keep Fallin’ on My Head di Burt Bacharach e Hal David, interpretato da B.J. Thomas per il film Butch Cassidy. Un classico del pop apprezzato anche dalle classifiche anglosassoni.

Ma l’annata più importante fu forse il 1974, che vide The Way We Are, di Marvin Hamlisch, Alan Bergman e Marilyn Bergman, interpretata da Barbra Streisand per il film Come eravamo, avere la meglio su un classico di Paul McCartney, Live or Let Die, dalla colonna sonora di uno dei film più famosi della saga di James Bond.

La stessa Barbra Streisand fu coautrice, con Paul Williams, di Evergreen, che vinse nel 1977 come Miglior canzone originale per il film È nata una stella, seconda versione della celebre pellicola tornata nelle sale nel 2018 con Lady Gaga e Bradley Cooper.

Le migliori canzoni degli Oscar anni Ottanta

Gli anni Ottanta sono quelli dei grandi musical sbaracati al cinema. Facile qui trovare grandi hit tra le canzoni che si sono aggiudicate l’Oscar, come Fame di Michael Gore, cantata da Irene Cara, o Flashdance… What a Feeling di Giorgio Moroder, cantata ancora da Irene Cara.

Lo stesso producer italiano conquistò un altro Oscar nel 1987 con Take My Breath Away, interpretata dai Berlin per la colonna sonora di Top Gun.

Ma qual è la canzone che ha segnato di più il decennio? Si potrebbe rispondere Eye of the Tiger dei Survivor per Rocky III, che però nel 1983 venne superata da Up Where We Belong, cantata da Joe Cocker e Jennifer Warnes per Ufficiale e gentiluomo.

Tra le canzoni vincitrici forse quella che più è riuscita a conquistare il pubblico di quella generazione e delle successive è la splendida ballata di Stevie Wonder I Just Called to Say I Love You, che si aggiudicò l’Oscar nel 1985 come brano simbolo del film La signora in rosso.

Le migliori canzoni degli Oscar anni Novanta

I grandi film d’animazione Disney furono i veri protagonisti degli Oscar per la Miglior canzone negli anni Novanta. Sono addirittura cinque i capolavori tratti da questi stupendi cartoni animati: Under the Sea (da La sirenetta), Beauty and the Beast (da La bella e la bestia), A Whole New World (da Aladdin), Can You Feel the Love Tonight (da Il re leone) e Colors of the Wind (da Pocahontas).

Ma il decennio degli anni Novanta è stato in assoluto uno di quelli con il maggior numero di hit nella categoria. Oltre le cinque già citate vale la pena ricordare la splendida Streets of Philadelphia di Bruce Springsteen per capolavoro Philadelphia con Tom Hanks e Denzel Washington, e I Don’t Want to Miss a Thing degli Aerosmith, che non vinse però nel 1999, battuta da When You Believe, cantata da Whitney Houston e Mariah Carey e tratta da un altro cartone, Il principe d’Egitto.

Ovviamente il pezzo più celebre di questo decennio è però senza ombra di dubbio My Heart Will Go On di James Horner e Will Jennings, interpretata da Celine Dion, il capolavoro della colonna sonora di Titanic:

Le migliori canzoni degli Oscar anni Duemila

Il nuovo millennio si aprì con il trionfo di Phil Collins con You’ll Be in My Heart, dalla soundtrack di Tarzan. Per l’ex Genesis fu il primo e finora unico trionfo agli Oscar, dopo le diverse nomination ricevute negli anni precedenti.

Nel 2001 alla sua interminabile collezione di premi aggiunse anche un Oscar Bob Dylan per Things Have Changed (da Wonder Boys). Tra i tanti Oscar accumulati dalla trilogia de Il Signore degli Anelli ci fu anche quello per la Miglior canzone originale, vinto da Fran Walsh, Howard Shore e Annie Lennox per Into the West.

Ma il brano forse più importante di questo decennio fu Lose Yourself di Eminem, primo pezzo rap ad aggiudicarsi la statuetta. Ovviamente, canzone tratta dal biopic 8 Mile:

Le migliori canzoni degli Oscar anni Duemiladieci

E negli anni più recenti? Ovviamente, non sono mancati i grandi successi. Nel 2013 trionfò Adele con la splendida Skyfall, mentre l’anno dopo fu la volta di Let It Go, il brano più famoso della colonna sonora di Frozen, scritto da Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez e interpretata da Idina Menzel (e più tardi da Demi Lovato).

Nel 2016 a trionfare fu Writing’s on the Wall di Sam Smith, dal film Spectre, mentre nel 2017 fu la volta di City of Stars, interpretata da Ryan Gosling e Emma Stone per il film La La Land. Riuscirà Lady Gaga a unirsi con Shallow a questa lunga fila di capolavori?

ultimo aggiornamento: 23-02-2019