Zocca, la città natale di Vasco Rossi, potrebbe presto ospitare il primo Museo del rock italiano: l’idea è di un imprenditore veneziano.

Grandi novità per tutti i fan di Vasco Rossi e del rock italiano. Potrebbe presto nascere il primo Museo del rock italiano, e non in un luogo qualunque, ma a Zocca, la città natale del Blasco.

Un progetto di cui si parla da tempo in Emilia, ma che potrebbe presto vedere la luce, come confermato anche dal sindaco della cittadina, Gianfranco Tanari: “Saremmo contenti se venisse realizzata, sarebbe un’ulteriore attrattiva per Zocca“.

Museo del rock italiano a Zocca per Vasco Rossi

L’idea di questo polo dedicato alla storia del rock italiano è dell’imprenditore Enrico Carlotto, originario di Venezia. Come riportato da Il Resto del Carlino, il progetto sta prendendo piede, e non dovrebbe riguardare solo Vasco Rossi, ma tanti grandissimi artisti della scena italiana.

Sottolinea Carlotto: “Vogliamo fare in modo che ogni fan possa passare del tempo con il proprio cantante preferito per una canzone o la presentazione di un libro. Non dimentichiamo che l’Emilia Romagna ha dato i natali, tra gli altri, anche a Ligabue, Morandi, Cremonini, Nek, Guccini. Chiunque è il benvenuto, altrimenti che Tempio del rock italiano sarebbe?“.

Vasco Rossi
Vasco Rossi

Vasco dà l’ok per il Museo del rock a Zocca

Stando alle parole dell’imprenditore veneziano, sarebbero stati proprio gli artisti emiliani i primi ad appoggiare questo progetto molto ambizioso. Su tutti ovviamente il Blasco, che ne ha parlato anche sui social, pubblicando una foto di un trafiletto riguardante questo progetto.

Scherzando, ma non troppo, il rocker di Zocca ha però scritto: “Attenzione, questa è casa mia, non un museo!“. Il riferimento è alla foto scelta a corredo dell’articolo da lui condiviso.

Ecco il post:

TAG:
news Vasco Rossi

ultimo aggiornamento: 21-02-2020


Tutti pazzi per Bugo: il concerto di Milano si sposta in una location più grande

Ordinary Man: l’arrivederci non ordinario di Ozzy Osbourne