Evanescence, live in Italia il 4 luglio dopo 5 anni di assenza

Perché i Green Day si chiamano così?

Gli Evanescence saranno nel nostro Paese per un’unica data imperdibile: la data x è il 4 luglio, all’interno del Milano Summer Festival.

Il Milano Summer Festival si arricchisce della presenza di un gruppo amatissimo in tutto il mondo, gli Evanescence. Il gruppo americano, che ha contribuito a rendere celebre la musica gothic metal, sarà in Italia il 4 luglio 2017, all’Ippodromo Snai a San Siro. La band si esibirà all’interno del grande evento Milano Summer Festival.
I biglietti per la manifestazione saranno venduti su Ticketone, che riporta:

“Alle ore 10 di giovedì 22 dicembre la prevendita dei biglietti sarà avviata on line sul sito TicketOne.it e tramite Call Center. Alle ore 10 di sabato 24 dicembre la prevendita dei biglietti sarà avviata anche presso i punti vendita TicketOne.”

5 anni di assenza

I fan italiani della band statunitense aspettavano da tempo l’occasione per rivederli. Difatti gli Evanescence mancavano da 5 anni nel nostro Paese. La band ha attraversato momenti poco sereni, tra pause e cause legali contro la ex casa discografica. Di recente sembra che Amy Lee, con la maternità, volesse lasciarsi alle spalle la band, come disse a Rolling Stones:

“Ho amato il mio tempo con gli Evanescence, non vorrei semplicemente gettarmeli alle spalle, ma, nel futuro immediato, non ho pianificato di fare nulla con la band. È molto importante per me prendere un po’ di tempo per mostrare alcuni differenti lati di me stessa. […] Ho sempre voluto comporre una colonna sonora, è difficile trovare la giusta opportunità quando si ha questo bagaglio di personaggio già noto. Non fraintendetemi, non mi sto lamentando e non posso far altro che vederlo come qualcosa di positivo, ma quando qualcuno vuole usarmi, pensa a me più come ad una cantante rock o goth, ma io faccio molto più che cantare! È difficile andare a chiedere “pretendo di meno, non voglio essere al centro dell’attenzione, lasciatemi mostrare cosa so fare come programmatore, produttore e arrangiatore”.

Per fortuna la band ha deciso di continuare a suonare e presto, chi vorrà, potrà goderseli dal vivo!

Amy Lee racconta la nascita di Bring Me To Life

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 20-12-2016

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]