Ermal Meta è risultato positivo al Covid nonostante tre dosi di vaccino: il cantautore tranquillizza i fan sui social.

Ermal Meta è positivo al Covid! Lo ha annunciato lo stesso cantautore di Fier, con un post su Instagram per tranquillizzare i suoi fan. Nelle ultime settimane l’artista aveva infatti inquietato chi lo segue assiduamente, essendo stato piuttosto assente dal mondo dei social. Una situazione insolita per lui, generalmente abbastanza presente nei confronti dei suoi fan. Purtroppo, nonostante tre dosi di vaccino, Ermal ha dovuto fare i conti con una forma della malattia piuttosto aggressiva. Ma il peggio dovrebbe ormai essere alle spalle.

Ermal Meta positivo al Covid: l’annuncio su Instagram

Ciao ragazzi, scusate la mia assenza di questi giorni, ma nonostante le tre dosi di vaccino mi sono preso il Covid e sono stato abbastanza male“, ha scritto, senza troppi giri di parole, lo stesso artista di Un milione di cose da dirti in un post Instagram. A testimonianza delle sue parole, ha voluto anche mostrare non uno, ma ben tre test dall’esito infausto.

Ermal Meta
Ermal Meta

Sono stati giorni difficili, molto duri per lui e per chi gli è vicino. Tuttavia, il peggio è passato, ed Ermal ha voluto tranquillizzare tutti. In questo momento è in ripresa e la speranza è che possa tornare in forma il prima possibile, per poter riprendere a deliziare tutti noi con la sua emozionante musica e il suo grande talento.

Di seguito il suo post:

Gli auguri dei colleghi ad Ermal Meta

L’annuncio di Ermal è arrivato un po’ a sorpresa anche per molti colleghi. Moltissimi hanno infatti reagito al suo post commentando con degli incoraggiamenti espliciti. Ad esempio Giuliano Sangiorgi, che lo ha invitato a non mollare, così come Tony Maiello e Francesco Renga, che pure ha avuto a che fare molto da vicino con il Covid nell’ultimo periodo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Rkomi scherza sui social: “Errore insuperabile”

Lutto nella musica italiana: morto un cantante di Sanremo, lottava con la Sla