La cavalla Lolita di Elettra Lamborghini è morta: lo ha annunciato con un lungo post sui social l’ereditiera, distrutta dal dolore per la perdita.

Un tremendo lutto ha colpito Elettra Lamborghini: è morta la sua amata cavalla Lolita! Lo ha annunciato la stessa ereditiera sui suoi account social. Una notizia bruttissima arrivata a pochi giorni dal matrimonio dell’artista. Miura era molto legata alla sua amata Lolita, che da 16 anni era una fedelissima compagna di vita. Ecco il lungo messaggio pubblicato dalla cantante di Musica sui suoi account social per condividere il dolore con i milioni di fan in tutto il mondo!

Elettra Lamborghini: morta la cavalla Lolita

Che Elettra sia una grandissima amante degli animali e una fantina di grande talento non è un segreto. Tutti già conoscevano il suo amore per il suoi cavalli, e anche per questo non è sorprendente vederla addolorata per la scomparsa di Lolita du Ruet, il cavallo 21enne che da 16 anni faceva parte della sua scuderia.

Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini

L’equino è purtroppo venuto a mancare dopo un’intervento per superare una colica. “Come è potuto accadere Amore mio?!“, ha scritto Elettra su Instagram: “Ancora non ci posso credere… ero sicura che sarebbe andato tutto bene… sei sempre stata così forte… ero sicura che avremmo avuto ancora così tanti anni davanti… forse sto sognando… ma non sono pronta per questo“.

Il dolore di Elettra Lamborghini per la morte di Lolita

L’ereditiera ha quindi raccontato brevemente la loro storia d’amore e amicizia. Per 16 anni sono state insieme, inseparabili, e Miura ricorda ancora come fosse ieri la prima volta che si sono viste. A pochi giorni dal matrimonio, la Lambo ha dovuto così dire addio a una delle sue più grandi amiche: “Mi sento così male per averti fatta operare… non avrei mai voluto, ma ci ho provato, sapevo che sarebbe stato un rischio a 21 anni ma che alternativa avevo?! Farti morire di dolore o con un’eutanasia poche ore dopo?! Tutti i ricordi più belli della mia adolescenza li ho con te… ho letteralmente perso la parte più importante della mia vita… mi sento così vuota… pensavo di vederti un giorno con i miei figli sulla tua groppa, ma la vita è imprevedibile“.

L’ereditiera ha quindi sottolineato come Lolita sia stata il più bel regalo della sua vita, la sua migliore amica, e non ci sono parole per ringraziarla per tutto quello che ha fatto per lei: “Ti amerò per sempre, mi manchi come l’aria e non vedo l’ora di rivederti un giorno… per sempre sarai Amore mio“. Di seguito il suo post:

View this post on Instagram

Come é potuto accadere Amore mio?! Ancora non ci posso credere… ero sicura che sarebbe andato tutto bene.. sei sempre stata cosí forte… ero sicura che avremmo avuto ancora cosí tanti anni davanti…. forse sto sognando… ma non sono pronta per questo. Lolita mi ha lasciata ieri, per una brutta colica… solo 21 anni non ci posso credere… 16 anni insieme, mi ricordo come se fosse ieri quanto ti ho visto per la prima volta… eri cosí bella e bisbetica… mi sento cosí male per averti fatta operare… non avrei mai voluto ma ci ho provato, sapevo che sarebbe stato un rischio a 21 anni ma che alternativa avevo?! Farti morire di dolore o con un eutanasia poche ore dopo?! Tutti i ricordi piu belli della mia adolescenza li ho con te… ho letteralmente perso la parte piú importante della mia vita…mi sento cosí vuota…pensavo di vederti un giorno con i miei figli sulla tua groppa, ma la vita é imprevedibile. Sei stata il piú bel regalo che la vita mi potesse fare.. sei arrivata in un momento per me difficile 16 anni fa, e mi hai letteralmente salvato la vita…sei stata la mia cura la mia migliore amica, non so come ringraziarti e non so adesso come farò senza di te….ti amerò per sempre, mi manchi come l aria e non vedo l ora di rivederti un giorno… per sempre sarai Amore mio, riposa in pace principessa💔🙏🏽 Lolita du Ruet 15.05.99 -03.10.20

A post shared by Elettra Lamborghini (@elettramiuralamborghini) on

TAG:
Elettra Lamborghini

ultimo aggiornamento: 05-10-2020


La storia di Jon Bon Jovi e Dorothea, una delle coppie più longeve del rock

Elodie racconta la sua infanzia tra droga e criminalità