Diodato, Che vita meravigliosa: la data di uscita del nuovo album del cantautore nativo di Aosta, probabile protagonista di Sanremo 2020.

Diodato svela le sue carte. Il 2020 sarà l’anno dell’uscita del suo quarto album in studio, a tre anni di distanza da Cosa siamo diventati. S’intitola Che vita meravigliosa, ed è in uscita per la Carosello Records.

Andiamo a scoprire tutti i dettagli su questo nuovo lavoro che potrebbe essere presentato in una cornice non da poco: quella del Festival di Sanremo.

Diodato: Che vita meravigliosa

Il nuovo lavoro del cantautore pugliese nativo di Aosta è stato prodotto da Tommaso Colliva dei Calibro 35, già al lavoro in passato con artisti del calibro dei Muse, Damon Albarn e Ghemon, e s’intitola Che vita meravigliosa. Uscirà in un giorno molto speciale: San Valentino.

Sui social, Diodato lo ha presentato così: “Non credo di essere mai stato così tanto me stesso, d’essere mai stato in grado di mettere così a fuoco il mio vissuto e tutte le sensazioni che mi hanno portato a dare questo titolo prima a una canzone e poi a questo album“.

Di seguito il post con l’annuncio del cantautore:

Diodato a Sanremo 2020?

Tutto lascia supporre, a questo punto, che Diodato sarà protagonista sul palco dell’Ariston. La data di pubblicazione del disco è infatti la prima disponibile dopo la fine della kermesse.

Anche tutte le indiscrezioni danno l’artista come sicuro concorrente tra i Big del Festival. Tra l’altro, si tratterebbe di un ritorno per lui. Nel 2014 partecipò infatti tra le Nuove Proposte con Babilonia e nel 2018 debuttò tra i Big con Adesso, accompagnato da Roy Paci.

Oltre alla possibile esibizione a Sanremo, comunque, Diodato ha già annunciato due appuntamenti dal vivo importantissimi per tutti i suoi fan. Insomma, il 2020 potrebbe essere proprio il suo anno.

Che vita meravigliosa di Diodato
Che vita meravigliosa di Diodato
TAG:
Diodato news

ultimo aggiornamento: 19-12-2019


Ozzy Osbourne: Zakk Wylde sarà al suo fianco nel nuovo tour

Benji e Fede: ecco il video del nuovo singolo, Magnifico difetto