Negramaro: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul gruppo salentino guidato da Giuliano Sangiorgi.

Che piaccia o meno, i Negramaro sono già un pezzo di storia del pop rock in Italia. Negli anni Duemila, nessuna band è riuscita a raccogliere i consensi di Giuliano Sangiorgi e compagni, se si escludono i Måneskin, gruppo però filosoficamente e anagraficamente molto distante dai salentini. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla carriera e la vita privata dello storico gruppo di Mentre tutto scorre.

Chi sono i Negramaro: biografia e carriera

Partiamo dalle basi. Quanti sono i Negramaro? Ben sei. I membri del gruppo sono in particolare: Giuliano Sangiorgi (voce, chitarra e pianoforte), Emanuele Spedicato (chitarra), Ermanno Carlà (basso), Danilo Tasco (batteria), Andrea Mariano (pianoforte, tastiera, sintetizzatore), Andrea De Rocco (campionatore.

Negramaro
Negramaro

Gruppo fondato tra il 1999 e il 2000 a Copertino, in provincia di Lecce, da Sangiorgi, Carlà e Spedicato, ha presto accolto al loro interno gli altri tre membri, completando immediatamente la formazione. Dopo una serie di registrazioni e di esperienze dal vivo cominciano a far parlare di sé nella scena alternativa americana.

La prima grande svolta della loro vita è l’ingresso, nel 2001, tra i dieci finalisti del concorso di MTV Brand: New Talent. L’anno dopo vengono individuati da Caterina Caselli e messi sotto contratto con la Sugar, che dà loro fiducia e pubblicanel 2003 il loro eponimo primo album, anticipato dal singolo Solo:

Forti di un primo successo, l’anno dopo danno alle stampe il loro secondo album, con cui riescono per la prima volta a farsi conoscere a livello mainstream, come confermato dalla partecipazione ad alcuni grandi festival, tra cui il Concerto del Primo Maggio e l’Heineken Jammin’ Festival.

Con un trend in grandissima ascesa, nel 2005 pubblicano il loro terzo album, Mentre tutto scorre. E si tratta della svolta definitiva del loro percorso artistico. Riescono infatti ad approdare a Sanremo dove presentano il loro primo singolo, la title track. E nonostante non vengano ammessi nella finale dei Giovani, riescono a conquistare il Premio della Sala Stampa Radio & TV, diventando la vera rivelazione di quella kermesse.

Da lì in avanti non si fermano più, grazie al successo di altri singoli amatissimi dal pubblico come Estate e Solo3min. La consacrazione è avvenuta. Per 89 settimane consecutive restano nella classifica degli album più venduti, conquistano un disco di diamante e vincono anche il Lunezia per il valore musical-letterario del disco.

Diventati dei veri big della musica italiana a tutti gli effetti, i Negramaro decidono per un periodo di trasferirsi negli Stati Uniti, pur rimanendo sempre legati all’Italia. Continuano quindi la loro carriera con album apprezzatissimi come La finestra e conquistano nel 2008 anche gli stadi, con un primo straordinario concerto a San Siro davanti a 38mila spettatori entusiasti.

Il 2010 è l’anno di Casa 69, album solo parzialmente promosso a causa di problemi alle corde vocali di Giuliano, costretto a un intervento chirurgico. Nonostante questo intoppo, continuano a raccogliere grandi successi sia con questo disco che con il successivo, La rivoluzione sta arrivando, anticipato dal singolo Attenta:

Il 2016 è l’anno della potenziale svolta nelle loro vite. A causa di alcune incomprensioni all’interno della band, i Negramaro decidono infatti di sciogliersi dopo un duro confronto in studio. Sono settimane durissime per Sangiorgi, che decide d’isolarsi per qualche tempo a New York. Tornato in Italia, ricontatta i suoi vecchi amici e, dopo essere tornati a suonare su alcune nuove canzoni, decidono di ripartire insieme.

Esce così nel 2017 Amore che torni, anticipato dal singolo Fino all’imbrunire. Il disco è un successo ma il gruppo è costretto ad affrontare una nuova crisi a causa di un’improvvisa emorragia cerebrale di Lele Spedicato. Il chitarrista riesce fortunatamente a sopravvivere e nel 2019 è già sul palco con la sua band.

Nel bel mezzo della pandemia da Covid lanciano l’ottavo album, Contatto, e nel 2021 tornano a Sanremo come ospiti della terza serata per omaggiare Lucio Dalla.

Cosa fanno oggi i Negramaro?

Il 2023 è l’anno dei festeggiamenti per il ventennale del gruppo, che parte in tour e si regala collaborazioni di prestigio cono Elisa e Fabri Fibra. Nel 2024 hanno deciso quindi di gareggiare per la prima volta tra i big del Festival di Sanremo.

Negramaro: la discografia in studio

2003 – Negramaro
2004 – 000577
2005 – Mentre tutto scorre
2007 – La finestra
2010 – Casa 69
2015 – La rivoluzione sta arrivando
2017 – Amore che torni
2020 – Contatto

Leggi anche
Quello che non sai sui Negramaro, una delle ultime grandi band italiane

Sai che…

– Perché si chiamano Negramaro? Il nome del gruppo è un omaggio al vitigno Negroamaro, tipico del Salento.

– Dove vivono i Negramaro? Quasi tutti i membri della band risiedono ancora in Salento, mentre Giuliano per questioni lavorative ha preferito trasferirsi a Roma.

– Fin dai primi anni della loro carriera dimostrano di avere un rapporto privilegiato con il cinema, come testimoniato dalla presenza di registi importanti per i loro video e i cameo di attori di un certo livello.

– La loro cover di Un amore così grande di Claudio Villa è stata scelta come inno della Nazionale italiana di calcio per i mondiali del 2014.

– Su Instagram i Negramaro hanno un account ufficiale da centinaia di migliaia di follower. Anche su TikTok hanno un account ufficiale.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni dei Negramaro, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2024 15:39


Chi è Enzo Campagnoli, il direttore d’orchestra di Dargen D’Amico a Sanremo 2024

Chi è Biggie Bash, uno dei cantanti dei Boomdabash