Chi sono gli Hooverphonic, ospiti di X Factor 2018

Tutto sugli Hooverphonic, il gruppo belga famoso per il suo trip hop onirico: la carriera e le cantanti della band.

Durante il quinto live di X Factor 12, l’edizione 2018 del talent più amato dagli italiani, si esibiranno come ospiti internazionali gli Hooverphonic. Il gruppo belga, celebre per la propria musica trip hop onirica e per la capacità di fondere la musica elettronica con elementi rock, presenterà al pubblico di X Factor un brano tratto dal loro nuovo album, Looking for Stars. Scopriamo insieme i dettagli sulla carriera e sulla storia di questo importante gruppo fiammingo!

Chi sono gli Hooverphonic: la carriera della band

Nati nel 1991 dalla mente del polistrumentista Alex Callier, gli Hooverphonic (con il nome di Hoover) iniziano a farsi conoscere dal grande pubblico quando, nel 1995, il regista italiano Bernardo Bertolucci sceglie la loro canzone 2 Wicky per la colonna sonora del film Io ballo da sola.

Dopo aver cambiato nome, scegliendo quello ancora oggi conosciuto, i ragazzi provenienti dal Belgio pubblicano il disco Blue Wonder Power Milk, ottenendo un grande successo nel Nord Europa grazie al brano Eden. La consacrazione definitiva arriva però con il terzo album, The Magnificent Tree, del 2000. Il trio sceglie infatti un approccio più semplice, conquistando numerosi fan grazie anche al brano Visions, suonato alla cerimonia di apertura a Bruxelles dei Campionati europei di calcio.

Il singolo di quel periodo Mad About You, diventa uno dei successi principali degli Hooverphonic, arrivato addirittura all’ottavo posto nella classifica italiana (grazie anche alla partecipazione al Festivalbar). L’ascesa del gruppo non prosegue sugli stessi ritmi, ma il gruppo dà alla luce comunque un buon numero di nuovi lavori: Hooverphonic Presents Jackie Cane, No More Sweet Music, The President of the LSD Golf Club, The Night Before.

Negli ultimi anni, con due nuove cantanti, il gruppo belga è tornato a far parlare di sé grazie agli album Reflection, In Wonderland e l’ultimo Looking for Stars.

Hooverphonic
Fonte foto: https://www.facebook.com/Hooverphonicoff/photos/

Hooverphonic, la cantante: da Geike Arnaert a Luka Cruysberghs

La carriera degli Hooverphonic è stata segnata da numerosi cambi alla voce. Dal 1995 al 1997 si sono alternate ben quattro cantanti, con alterni successi. Nel 1997 dopo un provino viene scelta per entrare nel gruppo la diciottenne Geike Arnaert, che rimarrà legata alla band per oltre dieci anni incidendo molti dei loro più grandi successi.

La Arnaert decide di lasciare ufficialmente il trio nel 2008. La talentuosa cantante si lancia quindi in una serie di progetti solisti limitati al proprio Paese, proseguendo la propria carriera con un tono minore e più intimo rispetto a quanto fatto con la band.

Alex Callier non vuole però far morire la propria creatura e inizia una serie di provini per poter mettere su nuovi entusiasmanti progetti. La scelta ricade su Noémie Wolfs, come ufficializzato il 4 novembre 2010. È lei a incidere l’album The Night Before, il primo disco di platino della loro carriera. Tuttavia anche questo rapporto si interrompe sul più bello, il 16 marzo del 2015.

Senza rinunciare alla propria voglia di continuare l’avventura negli Hooverphonic, Alex Callier si impegna in progetti alternativi, diventando uno dei coach del programma televisivo The Voice of Flanders 2017. Proprio durante le registrazioni della trasmissione conosce Luka Cruysberghs, diciassettenne cantante belga che si aggiudica la vittoria finale. Colpito dal suo talento e dal suo carisma, l’esperto musicista decide di affidarsi a lei come nuova voce degli Hooverphonic, come ufficializzato nell’aprile del 2018.

Nel video uno degli ultimi successi degli Hooverphonic, Romantic:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/Hooverphonicoff/photos/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 21-11-2018