Ian Hunter: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul cantautore e leader dei Mott the Hoople.

Con i Mott the Hoople è stato fonte d’ispirazione per gruppi leggendario del movimento glam rock inglese, come i Queen, ma ha anche dato grande visibilità ad artisti come David Bowie. Stiamo parlando di Ian Hunter, un mito del rock inglese, cantautore che ha influenzato buona parte dei grandi delle decadi successive. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e vita privata.

Chi è Ian Hunter: biografia e carriera

Ian Hunter Patterson è nato a Oswestry il 3 giugno 1939 sotto il segno dei Gemelli. Appassionato di musica fin da ragazzo, è diventato famoso molto presto grazie alla creazione di una band straordinaria, i Mott the Hoople, di cui è stato il cantante principale dal 1969 al primo scioglimento nel 1974.

Band in concerto
Band in concerto

Musicista e cantautore di grandissimo talento, sia prima che dopo lo scioglimento del gruppo ha lavorato anche da solista e ha collaborato a lungo con personaggi di altissimo livello, tra cui Mick Ronson, il chitarrista più famoso tra quelli che hanno lavorato con David Bowie, non fosse altro che per la sua partecipazione fondamentale in album quali The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars.

Cosa fa oggi Ian Hunter? Ha partecipato alle reunion dei Mott the Hoople, quella del 2009 e anche quella più recente del 2019.

Di seguito l’audio di All the Young Dudes, uno dei successi dei Mott the Hoople:

Ian Hunter: la discografia da solista in studio

1975 – Ian Hunter
1976 – All American Alien Boy
1977 – Overnight Angels
1979 – You’re Never Alone with a Schizophrenic
1980 – Welcome to the Club
1981 – Short Back ‘n’ Sides
1983 – All of the Good Ones Are Taken
1990 – YUI Orta (con Mick Ronson)
1995 – Dirty Laundry
1996 – The Artful Dodger
2000 – Once Bitten, Twice Shy
2000 – Missing in Action
2001 – Rant
2004 – Strings Attached
2005 – Just Another Night
2005 – The Truth, the Whole Truth, Nothin’ But the Truth
2007 – Shrunken Heads
2009 – Man Overboard
2012 – When I’m President (con la Rant Band)

La vita privata di Ian Hunter

Non conosciamo molti dettagli sulla vita sentimentale del rocker, ma sappiamo che è sposato con una donna di nome Trudi.

Sai che…

– Tra i suoi più grandi successi da solista c’è Once Bitten, Twice Shy, poi coverizzata negli anni Ottanta dai Great White.

– Su Instagram Ian Hunter non ha un account ufficiale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Rock

ultimo aggiornamento: 09-07-2022


Chi è Claudym, la cantante di Sad Love e Apatia

Chi è Ghigo Agosti, un pioniere del rock in Italia