Fabio Treves: la carriera, la vita privata e le curiosità sul Puma di Lambrate, uno dei bluesman più importanti d’Italia.

Il blues in Italia ha vissuto una strana evoluzione. C’è chi ha provato a contaminarlo con sonorità puramente italiane, o perlomeno mediterranee, come Pino Daniele o Zucchero, e chi invece lo ha trasportato nel nostro paese rimanendo però fedele alle sue radici americane: è il caso di Fabio Treves, uno dei pilastri del blues italiano.

Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla carriera e la vita privata di questo grandissimo artista.

Chi è Fabio Treves

Fabio Treves è nato a Milano il 27 novembre 1949 sotto il segno del Sagittario. Cresciuto in zona Città Studi/Lambrate, si avvicina al mondo della musica già da bambino, complice la passione del padre Gaddo Treves.

Fin da piccolo ascolta non solo musica classica, ma anche jazz, blues e fado. Inizia così a studiare diversi strumenti da autodidatta. Solo nel 1965, assistendo dal vivo a un concerto degli Who al Palalido, s’innamora di quello che rimarrà il suo strumento simbolo: l’armonica a bocca.

Fabio Treves
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/TrevesBB

Inizia quindi la sua carriera da bluesman, diventando già discretamente famoso sul finire degli anni Sessanta nella zona del milanese. Solo nel 1974 fonda però una band tutta sua, la Treves Blues Band, che tra alti e bassi rimane in attività fino ad oggi.

Un anno particolarmente importante della sua vita è il 1980. In questo anno ha occasione infatti di registrare un album dal vivo con il grande chiarrista Mike Bloomfield, e soprattutto di suonare insieme a un mostro sacro della storia della musica: Frank Zappa.

Dagli anni Settanta a oggi, comunque, Fabio ha occasione di collaborare con alcuni dei più grandi artisti della scena blues internazionale, ma anche della scena cantautorale italiana, diventando un’autentica leggenda della nostra musica.

Cosa fa oggi Fabio Treves? Nel 2014 ha festeggiato i 40 anni di carriera con un tour teatrale, ma negli anni successivi non ha certo appeso l’armonica al chiodo, e anzi continua a girare l’Italia facendo ascoltare il suo blues e regalando quelle emozioni che solo la musica vera può offrire.

Di seguito un video di Fabio con Elio e le Storie Tese:

https://www.youtube.com/watch?v=148T_QuQAvE

Sai che…

-È soprannominato il Puma di Lambrate, una sorta di omaggio al grande bluesman britannico John Mayall, conosciuto da molti come il Leone di Manchester.

-A inizio carriera si è ispirato ad artisti come Sonny Terry, Paul Butterfield e Sonny Boy Williamson.

-Fabio ha suonato l’armonica in album di artisti del calibro di Angelo Branduardi, Pierangelo Bertoli, Shel Shapiro, Pino Scotto, Francesco Baccini, Riccardo Cocciante, Ivan Graziani, Mina. Ha inoltre collaborato con gli Articolo 31 ed Elio e le Storie Tese, mostrando anche una grande versatilità.

-Nel 2014 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro, onoreficenza del Comune di Milano.

-Ha aperto i concerti di artisti del calibro dei Deep Purple e di Bruce Springsteen (quest’ultimo per il suo concerto al Circo Massimo).

-È un grande tifoso del Milan.

-Non solo musicista. Fabio ha lavorato anche come dj in radio e ha partecipato a diversi show televisivi.

Di seguito Confusion della Treves Blues Band:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/TrevesBB

TAG:
blues curiosità fabio treves

ultimo aggiornamento: 26-11-2019


Myles Kennedy, la splendida voce degli Alter Bridge (e di Slash)

Tutto su Moreno, il rapper che ha vinto Amici 2013