Eduardo De Crescenzo: la carriera, la vita privata, le canzoni e le curiosità sul cantautore napoletano famoso per il capolavoro Ancora.

Eduardo De Crescenzo è un cantautore di grandissimo talento e raffinatezza. Nato e cresciuto, musicalmente parlando, ai margini del neapolitan power, l’exploit della musica napoletana moderna negli anni Settanta, ha assorbito da questo movimento alcune caratteristiche, senza però snaturare la propria attitudine di artista di formazione classica. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Eduardo De Crescenzo: la biografia e la carriera

Eduardo De Crescenzo è nato a Napoli l’8 febbraio 1951 sotto il segno dell’Aquario. Fin da bambino vive per la musica. A tre anni riceve la sua prima fisarmonica, a cinque debutta addirittura al Teatro Argentina di Roma e inizia gli studi con il maestro Giuseppe Bavota.

Microfono
Microfono

Cresciuto, fonda un gruppo beat, gli Eduardino e i Casanova, con cui arriva a incidere il suo primo 45 giri. La sua gavetta è però lunga e una prima svolta arriva sul finire degli anni Settanta, quando firma un contratto con la Dischi Ricordi.

Debutta al Festival di Sanremo nel 1981 con il brano Ancora, scritto da Claudio Mattone e Franco Migliacci. Un capolavoro che gli vale il riconoscimento come miglior interprete dalla giuria di qualità, presieduta per l’occasione da Sergio Leone:

La sua seconda partecipazione al Festival arriva nel 1985 con il brano Via con me, l’ultimo scritto per lui da Claudio Mattone. Nel 1987 ritorna sul palco dell’Ariston con L’odore del mare, musicato da lui con la collaborazione di Maurizio Fabrizio.

Due anni dopo è protagonista a Sanremo con Come mi vuoi, il primo brano che vanta la sua firma sia per la musica che per il testo. Infine, partecipa ancora una volta nel 1991 con E la musica va, brano che verrà interpretato in inglese con il titolo The Beat Goes On da Phil Manzanera.

Nella prima parte della carriera alterna nel suo repertorio brani in italiano e napoletano, per poi stabilizzarsi sull’italiano iniziando a scrivere di proprio pugno dalla seconda metà degli anni Ottanta. Contemporaneamente, inizia modificare la propria ricerca sonora, con contaminazioni da diverso genere. Gli album che rappresentano la svolta della sua carriera sono Cante jondo del 1991 e Danza Danza del 1993. Due album che gli valgono anche il successo internazionale.

Sempre attivo in ambito musicale, seppur con qualche periodo di pausa, si dedica spesso e volentieri a progetti particolari per il sociale, collaborando con varie associazioni benefiche o di ricerca.

Cosa fa oggi Eduardo De Crescenzo?

Per qualche anno si è fermato discograficamente, ma nel 2022 ha pubblicato un nuovo lavoro, in compagnia del pianista Julian Oliver Mazzariello. Un disco in cui ha riletto alcuni dei brani più famosi della storia della canzone napoletana.

Eduardo De Crescenzo: la discografia in studio

1981 – Ancora
1982 – Amico che voli
1983 – De Crescenzo
1985 – Dove c’è il mare
1987 – Nudi
1989 – C’è il sole
1991 – Cante jondo
1993 – Danza Danza
2002 – La vita è un’altra
2006 – Le mani
2013 – Essenze Jazz
2022 – Avvenne a Napoli

La vita privata di Eduardo De Crescenzo: moglie e figli

D’indole molto riservata, Eduardo non ha mai reso pubblica la sua vita sentimentale. Nelle sue manifestazioni pubbliche l’artista si dedica infatti solo ad attività di beneficenza o inerenti alla sua professione di musicista. Sappiamo però che da anni è sposato con una donna di nome Marina Micco.

Leggi anche
Tutto su Eduardo De Crescenzo, l’eccezionale voce di Ancora

Sai che…

– Ha lasciato la facoltà di Giurisprudenza dopo 8 esami.

– Dove vive Eduardo De Crescenzo? Dopo aver vissuto per alcuni anni a Roma è tornato a Napoli, o meglio precisamente a Pozzuoli, in anni recenti.

– Non conosciamo il suo patrimonio e i suoi guadagni.

– Ha collaborato con grandissimi artisti come Toquinho, Peppino Di Capri e Karl Potter.

– Su Instagram Eduardo De Crescenzo non ha un account ufficiale.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni di Eduardo De Crescenzo, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024 17:13


Chi è Capo Plaza, il ‘giovane fuoriclasse’ della trap italiana

Tutto su Stewart Copeland, storico batterista dei Police