Akon: la carriera, la vita privata e tutte le curiosità sul produttore e rapper americano di origini senegalesi, uno dei più importanti al mondo.

Akon è stato ed è tuttora una superstar. Rapper e producer tra i più influenti al mondo, è salito alla ribalta nel 2004 con il brano Trouble, arrivando a ottenere una candidatura ai Grammy nel 2006 grazie alla super hit Smack That in collaborazione con Eminem. Ma nel suo curriculum c’è anche la fondazione di ben due case discografiche, la Konvict Muzik e la Kon Live Distribution. Andiamo a scoprire alcune curiosità sulla sua carriera e la sua vita privata.

Chi è Akon

Aliaune Damala Badara Akon Thiam, questo il vero nome di Akon, è nato a Saint Louis, in Missouri, il 16 aprile 1973 sotto il segno dell’Ariete. Figlio di un celebre percussionista, ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza tra America e Senegal, il suo paese d’origine, fino a quando non si è trasferito definitivamente in New Jersey a 15 anni. Proprio in quest’occasione ha registrato il suo primo brano, Operations of Nature.

Rapper
Rapper

Arrestato per rapina a mano armata e spaccio di droga, proprio durante la sua esperienza in carcere si dedica con maggior concentrazione alla musica. Così, una volta rilasciato, comincia a registrare e a comporre brani in uno studio casalingo. Questi suoi primi lavori riescono ad attirare l’attenzione di alcune case discografiche, e così nel giugno 2004 Akon ha la possibilità di esordire con l’album Trouble, che mescola sonorità provenienti dall’Africa al southern rap.

I singoli estratti da questo disco gli permettono di farsi conoscere al grande pubblico, ma il vero exploit arriva nel 2005 quando, campionando Mr. Lonely di Bobby Vinton, lancia una delle sue hit più famose, Lonely:

Nel 2006 pubblica quindi il suo secondo album Konvicted, che vanta la collaborazione di big del rap del calibro di Eminem e Snoop Dogg. Proprio con il rapper di Detroit lavora nel singolo Smack That, un brano capace di raggiungere la posizione numero 2 nella classifica dei singoli americani e di prendersi una candidatura ai Grammy:

Nel 2008 realizza un suo sogno, collaborando con Michael Jackson nel singolo Hold My Hand. Pubblica quindi il suo terzo album, Freedom, ma stavolta non riesce a sfondare nelle classifiche mondiali. Senza farsi abbattere, unisce le forze con David Guetta e con il brano Sexy Bitch torna nelle prime posizioni delle classifiche più importanti.

Compone nel 2010 Oh Africa, canzone che avrebbe dovuto essere scelta dalla FIFA come colonna sonora dei Mondiali di calcio (ruolo ricoperto poi da Waka Waka di Shakira). L’anno dopo lancia il suo nuovo album, Akonic. Nel frattempo si dedica alla produzione e alle grandi collaborazioni, anche internazionali. Lavora quindi con altri big della musica mondiale, da Robin Schulz a Ozuna, passando per Anuel AA e Becky G, e si dedica alla produzione. Cosa fa oggi? Continua a essere un producer e rapper tra i più apprezzati. Nel 2021 dovrebbe lanciare un nuovo album.

La vita privata di Akon: moglie e figli

Akon non è sposato, ma ha sei figli avuti da tre donne differenti. Ha più volte dichiarato di aver mantenuto con tutte loro ottimi rapporti. Per il resto non conosciamo molti dettagli sulla sua vita privata, avendo sempre tenuto separate la sua carriera dalla vita sentimentale.

Sai che…

– Nel 2015 ha collaborato con Gué Pequeno nel singolo Interstellar.

– Possiede una miniera di diamanti in Sudafrica. Anche per questo in molti a quanto ammonti il suo patrimonio. Ebbene, è stato stimato sugli 80 milioni di dollari. Non tantissimi rispetto a quelli di colleghi come Jay-Z e Kanye West.

– Ha fondato in Africa un’associazione benefica per aiutare i bambini non privilegiati.

– È musulmano e ha dichiarato di non aver mai bevuto alcolici.

– Su Instagram Akon ha un account ufficiale da milioni di follower.

TAG:
Akon

ultimo aggiornamento: 16-04-2021


Malafemmena: la storia e il significato della canzone più famosa di Totò

Chi era Freak Antoni, il padre del rock demenziale