Che cos’è il reggaeton?

Reggaeton: ecco che cos’è il genere musicale caraibico che fa ballare il mondo ogni estate, dalle origini e il significato fino ai successi degli ultimi anni.

Cosa accomuna Daddy Yankee, Bad Bunny, J Balvin, Maluma, Ozuna e anche in qualche modo la ‘nostra’ Elettra Lamborghini? Il genere musicale da loro proposto nelle radio e nelle discoteche di tutto il mondo: il reggaeton.

Nato a Porto Rico negli anni Novanta, in quasi tre decadi questo tipo di musica molto ballabile ha conquistato l’intero pianeta, andando a diffondersi a macchia d’olio e facendo proseliti ovunque. Scopriamo insieme qualcosa in più sulle origini di questo genere musicale tanto amato quanto contraddittorio.

Reggaeton: significato e storia del genere

Cosa significa reggaeton? Sul nome permane un alone di mistero, ma quel che è certo è che fa capire da dove prende spunto questo genere. Il reggaeton trae origine infatti da alcuni stili musicali tipici dei paesi caraibici, di quelli latinoamericani e ovviamente degli Stati Uniti.

Alla base della sua miscela ci sono le inevitabili influenze del reggae, e in particolare della dancehall, con la plena, la bomba e sonorità derivanti dall’hip hop.

Le caratteristiche principali del genere sono il suono sincopato prodotto elettronicamente. Su di esso si innestano le melodie più svariate, generalmente per accompagnare del rapping in Spagnolo.

La sua primissima apparizione viene indicata generalmente nel brano Dem Bow di Shabba Ranks, un esempio di dancehall giamaicano che già conteneva molti degli stilemi del reggaeton:

Da quelle origini di passi in avanti il genere ne ha fatti molti, conquistando dapprima le discoteche, poi anche le radio, divenendo uno dei generi commercialmente più forti della scena musicale mainstream e pop.

Basti guardare le classifiche di tutto il mondo per vedere come artisti del calibro di Daddy Yankee od Ozuna, grazie anche ai featuring e alle incursione in altre scene musicali, siano ormai capaci di raggiungere i vertici con ogni loro proposta.

Un esempio su tutti? La canzone più ascoltata e vista in assoluto su YouTube: Despacito di Luis Fonsi, che mescola il reggaeton al pop latino.

Le polemiche riguardanti

Non di rado il reggaeton è finito nel mirino della critica. Molti dei testi di questo genere musicale, prendendo spunti dall’hip hop, sono particolarmente espliciti e non lesinano l’utilizzo di stilemi piuttosto svilenti per la figura della donna, divenuta un vero e proprio oggetto di desiderio puramente fisico.

I fan di questo genere respingono però tali accuse affermando che i riferimenti non sono mai espliciti e che nessun brano ha mai promosso violenza e misoginia.

Daddy Yankee
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/daddyyankee

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/daddyyankee

ultimo aggiornamento: 21-05-2019