La collezione di Bob Dylan spazia dal 1980 al 1985 e si concentra sulle sessioni di Shot of Love, Infidels e Empire Burlesque.

Bob Dylan ha annunciato il 16° volume della sua lunga serie Bootleg. Il nuovo capitolo, chiamato Springtime in New York, si concentra sul lavoro dell’artista, dal 1980 al 1985. La raccolta conterrà parti inedite ed alternative, registrazioni di prove ed esibizioni dal vivo, oltre a note di copertina dettagliate, fotografie mai viste e altro ancora. Springtime in New York uscirà il 17 settembre: la collezione si concentrerà su musica inedita, proveniente dalle sessioni di Shot of Love del 1981, Infidels del 1983 e Empire Burlesque del 1985. Dylan ha iniziato gli anni ’80 con Saved, secondo album della sua famigerata trilogia cristiana. In precedenza ha catalogato la sua era cristiana, tuttavia, con la voce Bootleg del 2017, intitolata Trouble No More.

Bob Dylan
Bob Dylan

Bob Dylan annuncia la nuova serie Bootleg

La nuova serie bootleg arriva dopo ‘Vol. 15: Travelin’ Thru‘, pubblicato nel 2019: in questo ultimo lavoro, possiamo addentrarci nella carriera di Bob Dylan, in particolare dal 1967 al 1969 e ha permesso ai fan di mettere le orecchie su una rara e famigerata session del 1969 di Dylan con Johnny Cash. In questi giorni, il cantautore ha portato il suo acclamato album del 2020, Rough And Rowdy Ways, sul palco virtuale sotto forma del suo evento livestream Shadow Kingdom.

Bob Dylan rilascerà The Bootleg Series Vol. 16: Springtime in New York, il 17 settembre 2021. Questa nuova serie fa un tuffo dal 1981 al 1985. Il progetto sarà disponibile in tre formati: una versione in due CD, un’edizione in due LP e un cofanetto deluxe di cinque CD. L’annuncio sul profilo ufficiale del cantautore:

Springtime in New York: ecco cosa conterrà

Secondo un comunicato stampa, il set includerà “parti inedite ed alternative, registrazioni di prove, esibizioni dal vivo e altro ancora“. Una versione completa di Too Late, una prima versione folk dell’outtake degli Infidels e Foot of Pride, è stata rilasciata prima del set. Foot of Pride, infatti, è apparsa su The Bootleg Series Volumes 1-3 Rare & Unreleased 1961-1991 del 1991. 16 – che include materiale che circonda la realizzazione di Shot of Love del 1981, Infidels del 1983 e Empire Burlesque del 1985.

A giugno, Dylan ha pubblicato una compilation di due ore, Bob Dylan: Odds and Ends, con filmati d’archivio, clip inutilizzate di precedenti documentari su di lui e altro materiale della sua carriera. Ha anche recentemente pubblicato Shadow Kingdom, un concerto preregistrato che funge da sua prima esibizione dal 2019; il filmato con 12 tracce, diretto da Alma Har’el, mostra Dylan protagonista di una piccola band house.

TAG:
bob dylan

ultimo aggiornamento: 12-08-2021


Brian May spiega cosa farebbe Freddie Mercury se fosse ancora vivo

Da Jimi Hendrix a Tiziano Ferro: i cantanti e musicisti mancini più famosi