I 5 cantanti che non vogliono esibirsi per Trump

Perché i Green Day si chiamano così?

Gli ultimi a rifiutarsi di cantare per il nuovo Presidente USA Donald Trump sono stati i tenori de Il Volo, ma sono tanti gli artisti a dire no.

Il 21 gennaio il tycoon repubblicano Donald Trump, nuovo Presidente eletto degli Stati Uniti, avrà la sua cerimonia di insediamento alla White House. Come da tradizione, la cerimonia dovrà essere allietata dalla musica: ma c’è un grosso problema. Sembra che le star non vogliano assolutamente esibirsi per il nuovo Presidente.
E pensare che tutti i Presidenti che lo hanno preceduto hanno avuto star del calibro di Frank Sinatra, Bob Dylan e Beyoncé ad omaggiarli con la loro musica!

Il Volo

I tre tenori de Il Volo, lanciati dal programma Ti Lascio una Canzone e diventati famosi anche in America, hanno rilasciato una dichiarazione per fugare ogni dubbio: non si esibiranno per il neo-presidente. Vittorio Sgarbi ha messo in dubbio che i tre tenori fossero stati effettivamente contattati dalla segreteria della Presidenza, ma in ogni caso i ragazzi de Il Volo avrebbero rifiutato.

Elton John

Quando si sparse la voce, poco dopo l’elezione di Trump, che Elton John avrebbe potuto cantare alla cerimonia del suo insediamento, per poco il cantante inglese non fece tuonare il cielo! Il celebre cantautore disse esplicitamente che una simile eventualità non sarebbe mai accaduta.

Gene Simmons dei Kiss

Il celebre Gene Simmons, cantante e bassista dei leggendari Kiss, aveva apprezzato la campagna di Trump, dichiarando:

È perfetto per il sistema politico. La gente è stufa di essere politicamente corretta. Segretamente, decine di milioni di persone sono a favore della costruzione di un muro.

Aveva poi precisato di non sostenerlo politicamente. Fatto sta che anche lui non potrà suonare per Trump, pare per altri impegni (o per ideologie contrarie?).

Andrea Bocelli

Anche il nostro tenore Andrea Bocelli, che in un primo momento sembrava dover cantare per Trump, ha poi smentito tutto dichiarando che non avrebbe cantato per lui. Il portavoce del Presidente USA ha poi specificato che a rifiutare l’esibizione di Bocelli è stato proprio Trump. A chi credere?

Chainsmokers

Più che un rifiuto, una smentita: i Chainsmokers, che qualcuno aveva dato per presenti all’insediamento come ospiti musicali, hanno smentito attraverso il loro manager.

Sono dei no certi anche Beyoncé, Lady Gaga, Jennifer Lopez, Katy Perry, che fin dall’inizio sostenevano la Clinton e manifestavano disapprovazione per Trump.

Sono in forse i Beach Boys e Kanye West.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-01-2017

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]