La prima puntata del Bootcamp di X Factor: il racconto della serata dedicata alle categorie di Sfera Ebbasta e Samuel.

Chiusa la tripletta delle Audizioni, X Factor 13 è già arrivato allo step del Bootcamp. I più bravi sono arrivati fin qui, ma solo in pochi fortunati sono riusciti ad andare oltre.

Nella serata di ieri è toccato a Samuel con i Gruppi e a Sfera Ebbasta con le Under Donne fare la prima scrematura. Chi sono stati i concorrenti approdati all’Home Visit? Scopriamolo insieme.

X Factor 13, Bootcamp: le scelte di Samuel

Si parte con le Ophelya, un trio femminile che mostra tutto il proprio affiatamento e si prende la prima sedia. Seguono i Kyber che, pur tra lo scetticismo di Samuel, si aggiudicano la seconda sedia.

La terza va ai Monkey Tempura, grazie alla loro cover di Take Me to Church. La quarta è invece andata ai K_Mono, bravi a reinventarsi dopo una cover balbettante, interpretando Mi sono innamorato di te di Tenco.

Niente da fare per i TNL, rimandati a casa. L’ultima sedia è andata ai Keemosabe, bravi a cantare My Numbers dei Foals.

Niente da fare per i divertenti Accasaccio, che pure erano piaciuti a Sfera Ebbasta. Sul palco sono quindi arrivati i Sierra, un duo che ha convinto Samuel e si è guadagnato la sedia precedentemente assegnata alle Ophelya.

Altro switch per gli ottimi Booda, che hanno preso il posto dei Monkey Tempura. Ultimi concorrenti e ultimo switch: i Seawards hanno preso il posto dei Keemosabe, scatenando l’ira del pubblico.

I cinque Gruppi che Samuel porta agli Home Visit sono dunque: Kyber, K_Mono, Sierra, Booda e Seawards.

Samuel dei Subsonica
Samuel dei Subsonica

X Factor 2019, Bootcamp: le scelte di Sfera Ebbasta

Puntata senza sosta, tocca a Sfera Ebbasta fare le sue scelte. La prima sedia va all’energica Claudia Ciccateri, grazie alla sua cover di Nessun dolore. La seconda se l’è guadagnata Martina Maggi con la sua Baby Can I Hold You di Tracy Chapman. La terza è stata invece assegnata alla potente Sara D’Elia.

Qualche dubbio in più l’ha lasciato Arianna del Giaccio, ma alla fine Sfera ha concesso anche a lei la sedia. Niente da fare invece per la spagnola Maria Sitja.

Bis di standing ovation per Silvia Cesena, in arte Sissi, che già durante le Audizioni aveva scatenato il pubblico. Ovviamente una sedia non gliel’ha tolta nessuno.

Fuori Lavinia di Fernando, si è passati a Maria d’Amico che, nonostante il commento negativo di Samuel, si è presa lo switch con Claudia Ciccateri. Il secondo switch è stato quello tra Sara D’Elia e Giulia Galitzia, con quest’ultima che ha conquistato Sfera portando la sua XNX.

Terzo switch dopo l’ottima performance di Mariam Rouass, che ha tolto il posto a Martina Maggi. Altra esibizione e altro switch: Beatrice Giliberti ha preso il posto di Arianna.

Conquista il pubblico con La leva calcistica del ’68 di De Gregori Sofia Tornambene, che ha preso il posto di Maria d’Amico. Chiude la puntata Giordana Petralia, che con la sua arpa ha stregato sfera e si è guadagnata un altro switch con Giulia Galitzia.

Le cinque Under Donne arrivate all’Home Visit sono dunque: Sissi, Maryam Rouass, Beatrice Giliberti, Sofia Tornambene e Giordana Petralia.

Di seguito il riassunto del primo Bootcamp:

TAG:
news samuel sfera ebbasta strillo X Factor

ultimo aggiornamento: 04-10-2019


Jimi Hendrix: esce il box set Songs for Groovy Children

Fuori Testa o croce, il nuovo album dei Modà